VIGOR IN ……ROSA

L’AQUILA – VIGOR LAMEZIA : 1 – 0 (Prizio)

L’incipit potrebbe essere “la fortuna è cieca…ma la sfiga ci vede benissimo”…..

Dopo un viaggio avventuroso di circa 12 ore per coprire i circa 700 Km (in verità 665- 719- 745 secondo googlemaps, a seconda del percorso scelto, con tempo massimo previsto di percorrenza di 8 ore e 15 minuti) che separano Lamezia da L’Aquila, causa interruzioni e deviazioni varie, e, dulcis in fundo, un incidente alle porte di Avezzano, nel quale i ns prodi hanno prestato i primi soccorsi, è stato il giorno dello scontro con la capolista.

Le premesse non erano le migliori, perché L’Aquila, fresco capolista, tra l’altro, veniva da una serie positiva che le aveva permesso di risalire la classifica in poche giornate, mentre fino a qualche settimana ( non molte in verità) era ancora appaiata alla Vigor, nelle posizioni da playoff.

Il risultato è però comunque bugiardo !!

Stavolta una sconfitta, la seconda consecutiva fuori casa, è del tutto immeritata, perché tranne l’azione del gol, un fulmine a ciel sereno in apertura di partita, quando ancora le squadre dovevano piazzarsi in campo, il match è stato dominato dalla Vigor.

Per Mister Costantino, al quale ho chiesto di raccontarmi la partita, sicuramente la migliore partita del campionato, per volume e qualità di gioco- ma il risultato, come si è detto è bugiardo.

La Vigor ha costruito incessantemente, ha creato innumerevoli azioni di gioco, facendo una partita all’attacco, alla ricerca per lo meno del pareggio..

Ha colpito una serie impressionante di pali e traverse, e fallito- ahimè- un rigore con Mancosu.

Lo stesso Mancosu ha avuto un’altra netta occasione da gol, fallendo a tu per tu, con il portiere, dopo che L’Aquila aveva del tutto sbagliato la linea del fuorigioco.

Ma Mister Costantino, dispiacere a parte per la seconda – stavolta del tutto immeritata- sconfitta fuori casa, è già con la mente alla prossima partita di domenica con il Melfi.

Per uno strano gioco del destino la Vigor si trova ad affrontare le avversarie tutte nelle loro parabola ascendente;oltre alla partita con l’Aquila di oggi, basti pensare al Gavorrano, o allo stesso Aprilia , e così sarà anche con il Melfi.

E stavolta con una squadra nuovamente da reinventare, viste le assenze sicure di De Luca e Marchetti, che già diffidati, hanno rimediato un’ammonizione e pertanto dovranno saltare la prossima partita.

Mi auguro che sappia pescare nuovamente, a questo punto, come ha fatto domenica scorsa con Catalano, dalle giovanili della Vigor, e tirare fuori il jolly, visto che di suo la ns rosa non è ricchissima.

RISULTATI

APRILIA – ARZANESE:  3-1

AVERSA N. – FONDI:  2-0

CAMPOBASSO – PAGANESE:  0-1

CATANZARO – GAVORRANO:  2 -0

EBOLITANA – ISOLA LIRI:   2 -0

FANO – VIBONESE:   2 -1

GIULIANOVA – CHIETI:  0 -1

L’AQUILA – VIGOR LAMEZIA:  1 -0

MILAZZO -PERUGIA:  0 -0

MELFI – NEAPOLIS:   3-2

Riposa CELANO

CLASSIFICA

L’AQUILA 33 – PERUGIA, CATANZARO 30 – PAGANESE 29 – VIGOR LAMEZIA 25 – CHIETI 24 -GIULIANOVA 23 – APRILIA 22 – ARZANESE 21 – CAMPOBASSO,  GAVORRANO 20 – AVERSA 18 – FANO, MELFI, EBOLITANA, VIBONESE, NEAPOLIS 15 – ISOLA LIRI 14 – MILAZZO 13 – CELANO 5