VIGOR IN…. ROSA

NEAPOLIS – VIGOR LAMEZIA (0-0)

Trasferta difficile in terra a me tanto cara……terra napoletana… che mi faccio raccontare da chi come me è nato in quella terra, ma poi è stato folgorato dall’amore per la Vigor Lamezia, il vicepresidente Claudio Arpaia, al quale mi accomunano i natali e la fede bianco verde. Gli ho chiesto di raccontarmi la sua prima partita della Vigor, ne è venuto fuori uno spaccato di un’altra epoca. Lui, bambino di circa 8/9 anni hanno “ rubato “, insieme ad un cuginetto, l’abbonamento della Vigor dei rispettivi genitori, e sono “scappati” a vedere la partita. La ricorda come una partita molto tesa, difficile, VIGOR LAMEZIA – COSENZA, ( 2-0 ) una partita caratterizzata da caos ed incidenti, perché trattavasi del primo confronto tra le due squadre dopo lo scontro del campionato precedente in cui il lametino Di Cello aveva subito un terribile incidente.( Ho verificato, per onor di cronaca il campionato era quello di C2, 1978-1979, la data il 28 ottobre, quindi forse gli anni del nostro vicepresidente erano anche 11/12, ma rimane l’emozione ed il ricordo di un bambino, che nonostante tutto ha continuato ad amare il calcio). Pur avendo praticato più sport, il calcio era nel suo DNA, tanto da diventare arbitro, ed arbitrare fino all’Interregionale, prima di dover lasciare per motivi personali. Il salto da tifoso a dirigente è stato breve, perché diventato in anni recenti sponsor della Vigor, con la sua azienda, si è fatto coinvolgere, con entusiasmo, e si è ritagliato un ruolo non proprio facile, quello di addetto agli arbitri.

Veniamo alla partita di oggi, partita difficile per Mister Costantino che deve cambiare la formazione, stante l’infortunio di Sinicropi, nel corso della partita con la Paganese, e che l’anno scorso ha visto nel Neapolis una brutta bestia, essendo uscito sconfitto in entrambi gli scontri. Inoltre nella lunga sosta, avendo la Vigor riposato in occasione della visita del Papa a Lamezia, che effetto avrà avuto, il Mister sarà riuscito a tenere la squadra sotto tensione, in vista di questa difficile trasferta, considerando che tutte le squadre più quotate per la vittoria di campionato, hanno vinto domenica?? La partita che mi racconta il vicepresidente Arpaia è quella di una Vigor ben disposta in campo, sempre all’attacco, che è andata vicinissimo al gol almeno due volte nel primo tempo, con De Luca che non è riuscito a concretizzare.

La Vigor non è riuscita neanche ad approfittare della superiorità numerica, e nonostante un Mancosu a dir poco stellare (voto 12 su 10), che lavora tanto, ma ancora non riesce a fare il suo mestiere a pieno, quello di goleador ( aggiungo io). Rimane il rammarico di una buona Vigor, che però porta a casa solo 3 punti nelle ultime tre partite e scivola così al settimo posto. Ma il campionato è fin troppo lungo, e domenica è già il momento del Gavorrano. E la Vigor ha bisogno del suo pubblico vicino.

APRILIA – PERUGIA: 0-1

ARZANESE- VIBONESE: 0-1

CAMPOBASSO – MILAZZO: 2-1

CATANZARO – CELANO OLIMPIA: 1-0

EBOLITANA – FONDI: 0-1

GAVORRANO – CHIETI: 2-1

GIULIANOVA – ISOLA LIRI: 2-1

L’AQUILA – PAGANESE: 0-0

MELFI – AVERSA N.: 0-0

NEAPOLIS M .- VIGOR LAMEZIA: 0-0

Riposa FANO A.

CLASSIFICA

PERUGIA 21 – PAGANESE 20 – GIULIANOVA 18 – CATANZARO, GAVORRANO, L’AQUILA 17 – CAMPOBASSO, VIGOR LAMEZIA 16 – ARZANESE 15 – NEAPOLIS 11 – AVERSA 10 – FONDI 9 – ISOLA LIRI , CHIETI , EBOLITANA, APRILIA 8 – VIBONESE 7 – FANO, MELFI – 5 MILAZZO 3 – CELANO 1