VIGOR IN…..ROSA

rosa_vitellino

VIGOR  LAMEZIA – CELANO: 2-1  (Mancosu,  Visone – Luzi)

Prima partita in casa del 2012, che inizia con una vittoria, una partita incredibile, a tratti “stregata”.
Perché se si guarda il risultato e la cronologia dei gol, con il gol della vittoria di Visone al 44° minuto del secondo tempo, si potrebbe pensare di una fortuita vittoria della Vigor in zona Cesarini.
Ed invece no!!!
E’ stata una partita ad una sola porta, quella del Celano, appunto, ma che è sembrata stregata.
Ci hanno provato tutti, dal primo minuto del primo tempo fino al 50° del secondo tempo,senza soluzione di continuità, Catalano, Mancosu, De Luca, Lattanzio, con il pallone che ha dato più volte l’impressione di entrare, con il D’Ippolito tutto che ha dovuto ricacciare in gola più volte l’urlo liberatorio “GOOL”.
Il gol di Mancosu, sugli sviluppi di un calcio di punizione di De Luca, al 25° del primo tempo, era il giusto premio per una bella Vigor, sempre all’attacco.
Proprio De Luca 10 minuti dopo colpisce in pieno il palo con il portiere abbondantemente battuto.
Una Vigor di nuovo diversa ( con il rientro di Rondinelli, orfana di Mangiapane, ancora infortunato ma con l’innesto di Catalano a centrocampo e con Lattanzio a supporto dell’attacco) ma sempre uguale, nel senso che, merito sicuramente del Mister, tutti dimostrano di essere pronti quando viene il loro turno.
Sono contenta di dover ammettere che, anche questa volta, mi ha sorpreso e convinta!!
Il Celano si è dimostrato una squadra difficile, che ha giocato praticamente sempre in difesa, con il solo Luzi, autore della rete del momentaneo pareggio, a provare ad impensierire la Vigor; si è dimostrato particolarmente insidioso, riuscendo a sfuggire alla guardia di Gattari ed ad approfittare dei 30 secondi di buio assoluto della difesa della Vigor.
Una rete “assurda” con il pallone che ha carambolato davanti alla porta della Vigor, con Forte ormai fuori dai pali.
Il secondo tempo, con un Celano chiuso in difesa a difendere il punticino, con le sole incursioni di Luzi, a tentare di sorprendere la difesa della Vigor in contropiede, è stata una vera e propria sofferenza.
Il pareggio, in questo caso, come anche era stato all’andata, sarebbe stato del tutto ingiusto
A decidere la partita, quando ormai sembrava che il pallone non volesse proprio entrare, è stato Visone, subentrato a Giuffrida solo pochi minuti prima  e subito entrato in partita.
La Vigor, in una giornata in cui vincono tutte le squadre di testa, rimane saldamente al quarto posto, e mi dispiace dover rimarcare che, vista la bella giornata, un tiepido sole invernale, la posizione in classifica, mi sarei aspettata di vedere  un pubblico più numeroso.
Spero che il pubblico lametino mi sorprenda tra due settimane quando di scena al D’Ippolito sarà il Fondi, mentre domenica prossima la Vigor è in trasferta a Milazzo.

CLASSIFICA
PERUGIA 49,L’AQUILA 44, CATANZARO 43, VIGOR LAMEZIA 41,  PAGANESE 40, CHIETI 34,   GAVORRANO 32, ARZANESE 31, APRILIA – GIULIANOVA 29, AVERSA 28, CAMPOBASSO 26,  FANO 24, MILAZZO 23, EBOLITANA- FONDI – NEAPOLIS-   VIBONESE 22,  ISOLA LIRI 17 , MELFI 16, CELANO  13

RISULTATI
AVERSA – ISOLA LIRI : 2 – 0
CHIETI –PERUGIA :  0 -1
FONDI – VIBONESE  2 -1
GAVORRANO – ARZANESE  0-0
GIULIANOVA – CAMPOBASSO  1-1
L’AQUILA – EBOLITANA  3 – 0
MELFI – FANO  1-2
NEAPOLIS – CATANZARO  0 -2
PAGANESE – MILAZZO  1-0
VIGOR LAMEZIA – CELANO 2-1
RIPOSA Aprilia i