Vigor Lamezia concentrata sull’operazione capolista. I biancoverdi aspettano il Teramo

Prova lampante è il TuttoCuoio, terzultimo alla quinta giornata e adesso al terzo posto dopo sette turni chiusi con cinque vittorie, un pareggio ed una sconfitta. La Vigor non dovrà ripetere gli errori di disattenzione che ultimamente sono stati una costante. «Nel calcio come nella vita – ha commentato il difensore centrale – capita di sbagliare. In questo gruppo, tuttavia, nessuno si permette di far pesare gli errori». Condizione ideale per ricaricare l’estremo difensore Rosti, il quale di recente non è stato all’altezza di inizio stagione quando ha avuto un peso determinante nelle vittorie esterne a Sorrento e Foggia. «Il ragazzo – ha terminato Filippo Gattari – ha un grande talento. Non è facile sostituire Francesco Forte che in quattro anni di Vigor ha lasciato un ottimo ricordo. Rosti, però, ha la fiducia di tutti».
Chiuse definitivamente le parentesi sfortunate, i biancoverdi sono proiettati sulla partita contro la primatista Teramo. Nella partitella odierna i lametini perfezioneranno i metodi per ingarbugliare soprattutto il capocannoniere Dimas (sette reti, una sola su rigore). Si tratta di un brasiliano molto veloce e tecnicamente valido che spesso riesce a risolvere le partite da solo. L’arbitro dell’incontro è Mirko Oliveri di Palermo, assistito da Antonio Quitadamo di Modena e Lucia Abruzzese di Foggia. (Gazzetta del Sud – A.pe.)