Vigor Lamezia in caduta verticale, e la zona rossa si avvicina. In trasferta quinta sconfitta consecutiva

lega_pro_-_17_giornata_400

Chiaro che necessita un urgente cambio di rotta, poi altrettanto urgente sarà ricorrere al mercato di gennaio anche perchè i troppi gol subiti non sono certo da addebitare al solo reparto difensivo, ma anche a un centrocampo sempre più sofferente per i noti problemi di organico relativi alla mancanza di un elemento che sappia prendere per mano le redini del gioco e quindi garantire maggiore filtro e “schermo” davanti la difesa.
Non è certo questione i oggi, questa, ma una carenza palese emersa fin da quest’estate. I risultati ottenuti nelle prime otto giornate quando la Vigor ha conquistato 15 punti contro i 7 nei seguenti nove turni, avevano accantonato il problema di cui, certamente, ne è consapevole sia Erra che il direttore sportivo Fabrizio Maglia (e la società). Certo, anche la fortuna ha voltato le spalle alla squadra di Erra (il cui obiettivo salvezza è comunque alla portata dei biancoverdi sulle cui sconfitte non c’è bisogno di drammatizzare visto che la Vigor aveva, ed ha, l’obiettivo di mantenere la categoria) ma ciò è relativo ed a questo punto non può rappresentare più un alibi. E la prossima partita che la Vigor giocherà al “D’Ippolito” domenica prossima contro la Juve Stabia (fischio d’inizio alle 16) che chiuderà il 2014 e le partite in casa dell’andata, a questo punto dovrà necessariamente servire a far muovere la classifica prima della rigenerante sosta che consentirà pure il recupero di Filosa. (Il quotidiano del Sud – P.re.)