Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Statua del deputato brasiliano assassinato durante la sua inaugurazione a Rio

Una statua in bronzo è stata inaugurata oggi nel centro di Rio de Janeiro in onore della cancelliera nera e difensore dei diritti umani Marielle Franco, assassinata nel 2018 in quella città brasiliana.

Incisa dall’artista Edgar Duvidier, la rappresentazione a grandezza naturale (1,75 metri) è stata svelata nel Buraco do Lom di Rio de Janeiro, il luogo in cui il cancelliere si reca ogni venerdì per scambiare opinioni con i suoi elettori.

“È un giorno storico, un giorno da ricordare, un giorno per cedere al nostro dolore e alla nostra lotta. Sua sorella, Anel Franco, ha detto che era lì da quasi cinque anni chiedendo instancabilmente giustizia, e ricorda che la gente ancora non sa chi ha ucciso Marie”.

Pertanto, ha osservato: “Avendo questa statua e rassegnando le dimissioni da quel luogo, poiché ha parlato qui molte volte, molte persone che l’hanno votata l’hanno conosciuta qui in quel luogo. Quindi, per me, oggi, lontano da l’emozione del suo compleanno, è di grande importanza sapere che mia sorella è qui, un po’ di più con noi”.

Franco, del Partito Socialismo e Libertà, e il suo autista Anderson Gomez sono stati uccisi nella zona centrale di Rio la notte del 14 marzo 2018.

Tredici colpi della mitragliatrice ad alta precisione HK MP5, utilizzata solo dalle forze di polizia d’élite, hanno colpito l’auto su cui stavano viaggiando.

Entrambe le famiglie affermano di aver perso la speranza di spiegare il crimine.

Ad oggi, non c’è chiarezza su chi sia stato la mente dietro la violazione mortale indagata dalla Polizia civile e dalla Procura di Rio.

READ  La Bolivia ribadisce che non accetterà un patto di silenzio sul golpe

Per tutto questo periodo, l’indagine indica la partecipazione di milizie delle forze di sicurezza.

La Procura di Rio sospetta che la mente del crimine sia il membro del Consiglio Cristiano Jirao o il Consigliere della Corte dei Conti dello Stato Domingos Brazao.

Jirau è legato alla milizia ed è ancora in prigione; Brazao rischia un processo per ostruzione alla giustizia.

Il 14 marzo 2019, il poliziotto in pensione Ronnie Lisa e l’ex ufficiale militare Elsio Queiroz sono stati arrestati per il crimine.

Il motivo dell’omicidio rimane poco chiaro, ma secondo i rapporti, Franco è stata uccisa per il suo fanatismo per i diritti umani.

Il caso ha avuto ripercussioni internazionali e ha trasformato la sociologa e femminista in un simbolo politico nella lotta per i diritti umani e nella maggiore partecipazione delle donne nere agli spazi di potere in Brasile.

Quasi cinque anni dopo, la domanda era: “Chi ha ucciso Marielle Franco?” Ancora senza risposta.