Ottobre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Szafnauer, la firma di cui Laurent Rossi va fiero

Il francese è molto contento del lavoro del rumeno sin dal suo arrivo all’inizio del 2022

Questa firma ha permesso a Rossi di ripiegare sul tabellone della F1

Il CEO di Alpine Laurent Rossi è molto orgoglioso di firmare Otmar Szafnauer e crede che sia stata una delle migliori aggiunte. Il francese è stato molto soddisfatto del lavoro del manager rumeno e ha piena fiducia in lui quando si tratta di guidare il telaio di Formula 1.

La gestione di Szafnauer durante la sua prima stagione in Alpi sollevato qualche dubbio Tutto il rumore che facevano i piloti. Mettendo da parte la questione, Rossi ha chiarito di essere molto orgoglioso della firma, che ha portato più collaborazioni a Enstone, il che è una buona notizia per il suo progetto a lungo termine.

“Ottmar è il capo ed è stato così da quando è arrivato. È stato un piccolo periodo di transizione, ma è uno degli impegni di cui sono più orgoglioso. Soddisfatto dal primo giorno. Tendiamo a essere d’accordo su molte questioni ed è chiaro che dobbiamo essere uniti. “Non c’è mai stato un gatto tra noi e mi fido completamente di lui”, ha detto Rossi nelle parole pubblicate dalla rivista britannica Autosport.

Rossi invece ricorda che nel 2021 era molto all’interno della struttura della Formula 1, ma si rende conto che era necessario, perché doveva vedere come funziona. Di conseguenza, ha implementato Modifiche necessarie per funzionare meglio Così potrete dimettervi, come già accaduto nella seconda metà del 2022.

“L’anno scorso ero molto coinvolto con la squadra, soprattutto per il fatto che non avevano un team manager. Era necessario un po’ di gestione e avevo bisogno di capire il modo in cui lavoriamo”. Prima di apportare le modifiche. Penso che il modo in cui lavoro sul ring sia il più importante, quindi in questa stagione ho fatto un passo indietro”, ha osservato.

READ  Hanno scoperto il primo caso di virus Covid-19 nella villa associata ai Giochi Paralimpici

“Nel 2022, ad esempio, durante la prima metà della stagione, sono stato in pista in due gare su tre, il che è parecchio. Fino alla fine dell’anno sarò in una delle due. Inoltre alla Formula 1, Devo costruire automobili ed espandere le nostre alleanzeLo stesso vale per Luca. Nella competizione Ottmar è il boss e sono fiducioso che con lui al timone la squadra continuerà a crescere”.

Se vuoi leggere altre notizie come questa, visita Flipboard