Dicembre 3, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tavernes e Penne (Italia) si uniscono per affrontare le politiche comunali contro il cambiamento climatico ONC

Carmen Persoza | 12 novembre 2022

Attraverso il Patto dei sindaci per il clima e l’energia, i due comuni condividono misure ed esperienze per combattere gli effetti dei cambiamenti climatici, come la prevenzione degli incendi boschivi o la riduzione del rischio di inondazioni, uno scambio di conoscenze e un coordinamento tra Tavernes e Penne. Non a caso, perché sono due città con popolazione simile, entrambe poste tra montagne e valli, e zone soggette a inondazioni.

Attraverso il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, i comuni di Tavernes de la Valdigna e Penne, situati nella regione italiana di Pescara, hanno lanciato un programma di scambio per lavorare insieme per attuare politiche comunali che mitighino gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. . L’obiettivo dell’iniziativa è condividere azioni ed esperienze per combattere gli effetti dannosi dei cambiamenti climatici, come la prevenzione degli incendi boschivi o la riduzione del rischio di inondazioni.

La delegazione italiana guidata dal sindaco di Penne Gilberto Petrucci e diversi assessori del Comune ha visitato per due giorni il territorio comunale di Valler per conoscere l’attività del Consiglio comunale, insieme ad assessori e tecnici comunali che hanno spiegato nel dettaglio tutte le peculiarità della l’ambiente e come il cambiamento climatico colpisce le Taverne. Il sindaco di Waller, Sergi González, è stato incaricato di accogliere i rappresentanti del Comune di Penne.

Tra le attività che hanno potuto assistere sono stati i laboratori per l’occupazione secondo le linee guida degli Agenti Ambientali della Generalitat Valenciana, il disboscamento delle montagne e la prevenzione degli incendi boschivi realizzati dalla Brigata Forestale, nonché la costruzione del fiume Mota del Vaga. Prevenire le inondazioni urbane e rimuovere canneti e carici invasive lungo le sponde dei fiumi e sostituirli con piante autoctone.
Oltre al problema delle battute d’arresto della spiaggia di Tavernes, la proposta di costruzione di un nuovo collettore di spiaggia e l’uso del lago Goleta come cisterna per ridurre il rischio di inondazioni costiere. Cambiamento climatico. La delegazione italiana ha convenuto di dare priorità al lavoro del consiglio comunale nell’area della prevenzione, oltre che nell’aspetto sociale, promuovendo l’integrazione e l’occupazione.

READ  Drake ha posto il veto alla terza acquisizione cinese in Italia quest'anno da Reuters

Lo scambio di conoscenze e sinergie tra Tavernes e Penne non è un caso, trattandosi di due città con popolazioni simili, entrambe poste tra montagne e valli, e zone a rischio inondazione, con un grande lago molto vicino alla città italiana.

Nei prossimi mesi la delegazione Tavernes visiterà gli italiani per conoscere in prima persona le politiche e le azioni messe in atto da Penne per ridurre il rischio di allagamento o di emissioni di CO2.

L’assessore all’Urbanistica Joseph Lazar e l’assessore all’Ambiente Mònica Palomares hanno dichiarato: “Questo progetto ci fornirà nuove conoscenze ed esperienze per prevenire gli effetti del cambiamento climatico. Paesi diversi, scambio di progetti e azioni con risultati molto soddisfacenti.