Gennaio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“The Rock” accusa Vin Diesel di manipolazione e si rifiuta di tornare a “Fast & Furious”

Dwayne “The Rock” Johnson ha ritenuto inappropriato che il suo ex co-protagonista di Fast & Furious, Vin Diesel, gli chiedesse di tornare nella serie.

Johnson e Diesel hanno interpretato Hobbs e Toretto, rispettivamente, in quattro film della serie. Tuttavia, hanno avuto tensioni sul set delle riprese per l’ottavo film. Il nono episodio, uscito quest’anno, non include il personaggio di Hobbs.

Tuttavia, il 7 novembre, Diesel ha chiesto a “The Rock” in un messaggio di Instagram di unirsi alla decima e ultima puntata, che sarà divisa in due parti.

“Sai, i miei figli si riferiscono a te in casa mia come zio Dwayne. Non passa una sola vacanza senza di te e alcuni di loro inviano loro gli auguri… ma è giunto il momento. Le eredità ti aspettano. Ti ho detto un alcuni anni fa che avrei mantenuto una promessa che ho fatto a Pablo (Paul) Walker.) Ho giurato che ci saremmo uniti e avremmo girato il miglior (film) Rapids… a questa festa di chiusura!” ha detto.

“Lo dico con amore… ma dovrebbe essere così. Non lasciare il franchise da solo, hai un ruolo molto importante da svolgere. Nessuno può interpretare Hobbs”.

In una nuova intervista alla CNN, Johnson ha accusato il suo ex collega di agire intenzionalmente contro la sua volontà. “Lo scorso giugno, quando io e Finn ci siamo contattati, piuttosto che sui social media, gli ho detto direttamente e in privato che non sarei tornato al franchise. Sono stato fermo ma gentile con le mie parole e ho detto che avrei sempre sostenuto il cast e che ho sempre voluto che il franchise avesse successo, ma non c’è modo di tornare indietro “, ha detto.

READ  Il festival di musica subacquea in Florida si sforza di creare consapevolezza ambientale

L’ex wrestler della WWE si è anche opposto alla menzione di Diesel nella sceneggiatura dei suoi figli e Paul Walker, il loro co-protagonista nel franchise, morto in un incidente d’auto nel 2013.

Il suo messaggio pubblico più recente è un esempio della sua manipolazione. Lasciamoli uscire da questo Abbiamo parlato di questo problema per mesi e siamo arrivati ​​a una chiara comprensione. Il mio obiettivo è sempre stato quello di concludere il mio fantastico viaggio attraverso questo franchise con gratitudine e grazia”.