Febbraio 28, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tifoso della Roma accoltellato dopo il derby di Coppa Italia

Tifoso della Roma accoltellato dopo il derby di Coppa Italia

Un appassionato Roma era Sono stato accoltellato ieri seraDopo che la Lazio vinse il derby di Coppa Italia (1-0) qualificandosi alle semifinali della competizione, scoppiarono gli scontri tra tifosi e polizia.

Già prima della partita, considerato Alto rischioSono stati segnalati incidenti, tuttavia, dopo il fischio finale, la tensione tra i tifosi è aumentata, con i tifosi di entrambe le squadre che si sono scontrati vicino allo Stadio Olimpico, secondo i media locali.

Dopo un po', un gruppo di tifosi pigriziaMascherati e armati di bastoni, gli uomini sono entrati in un bar della vicina Prati, solitamente occupato da tifosi romanisti e, Dopo aver distrutto i mobili, la Roma ha pugnalato il tifoso allo stomaco.

L'uomo ha circa 30 anni È ricoverato in ospedale in condizioni critiche ed è sottoposto a terapia intensivaAnche se la sua vita non è in pericolo dopo l'aggressione, la polizia sta indagando, hanno riferito le stesse fonti.


Non è stato però l'unico incidente della notte: un gruppo di oltre 200 tifosi della Roma ha tentato di aggredire i tifosi della Lazio nella zona di Ponte Milvio della capitale. La polizia è intervenuta e è stata colpita da ogni sorta di oggetto, dai petardi alle pietre e alle bottiglie.

Per saperne di più

Gli agenti sono riusciti a sciogliere il gruppo dopo aver accusato i fan e tre di loro sono stati arrestati.

Anche prima dell'inizio della partita, un gruppo di tifosi ha vissuto momenti di tensione pigrizia Hanno fatto il saluto fascista, nel mezzo di un'enorme polemica scatenata dallo stesso gesto in una manifestazione neofascista domenica scorsa. Roma.

READ  Meme satirici in Italia dopo la vittoria del Real Madrid a Napoli: la recensione più acida

Domenica sera centinaia di “camicie nere” si sono radunate a Roma per commemorare la strage dell'Acca Laurentia, in cui furono uccisi nel 1978 tre giovani militanti del Movimento Sociale Italiano postfascista (MSI), tra cui il Primo Ministro, di gran lunga giusto Giorgia Meloni.

per adesso, La polizia ha già identificato più di 100 persone e ne ha denunciate 5 per aver fatto il saluto fascista. ha detto alla manifestazione.