Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Toyota termina la produzione e la vendita di veicoli in Russia

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 set 2022 – 01:57

(Aggiornamento con commento alle vendite e maggiori dettagli)

Tokyo, 24 settembre (EFE). – Toyota Motor Corporation ha deciso di terminare la produzione del suo stabilimento russo di San Pietroburgo, sospeso da oltre sei mesi a causa di problemi di approvvigionamento e sanzioni dovute alla guerra in Ucraina.

L’azienda, leader mondiale nella vendita di automobili, ha sospeso l’attività del suo unico stabilimento in Russia il 4 marzo a causa delle interruzioni nella fornitura di materiali e componenti chiave, ma ha mantenuto la forza lavoro a contratto del Paese per lavori di manutenzione, per la durata di un eventuale ripresa della produzione.

“Dopo sei mesi, non siamo stati in grado di riprendere le normali attività e non vediamo alcuna indicazione che saremo in grado di farlo in futuro”, ha spiegato la società in un comunicato pubblicato questa mattina.

Toyota ha sottolineato che la decisione “non è stata presa alla leggera” e ha affermato che ora è necessario rivedere e ristrutturare le sue operazioni a Mosca “con l’obiettivo di mantenere un’organizzazione efficiente e continuare a fornire supporto alla rete di vendita per continuare a servire i clienti esistenti di Toyota e Lexus in Russia.”

Toyota ha sospeso a marzo non solo la produzione di veicoli in Russia, ma anche le importazioni nel Paese, che hanno avuto ripercussioni su altre attività del territorio come le vendite, a cui ha anche deciso di porre fine, anche se continuerà a farlo Così. Visualizza le correzioni in questo momento. Le loro auto sono già in circolazione nel territorio.

Il produttore giapponese ha aggiunto che aiuterà i dipendenti che hanno perso il lavoro nel sindacato a trasferirsi ad altri lavori o a trovarne di nuovi, nonché a riqualificarsi e al loro benessere, inclusa l’assistenza finanziaria.

READ  I minatori bitcoin più moderni saranno molto richiesti

La Toyota liquiderà la sua unità nazionale in Russia, invece di venderla, secondo il direttore delle comunicazioni dell’azienda, John Nagata, in un incontro con i giornalisti a cui il quotidiano Nikkei ha potuto accedere.

Toyota è la prima casa automobilistica giapponese ad annunciare la sua uscita dalla Russia.

Oltre allo stabilimento di San Pietroburgo, l’azienda giapponese ha 168 punti vendita e assistenza nel Paese.

L’impianto aveva la capacità di produrre 100.000 auto all’anno e lì venivano prodotti i modelli Rav4 e Camry, principalmente per il mercato interno russo.

Toyota, che ha la quota di mercato più grande in Russia tra le aziende giapponesi in questo segmento, ha iniziato a produrre automobili in quel paese nel 2007 e l’anno scorso ha raggiunto le 80mila auto, mentre le vendite delle sue auto in Russia sono state di 110mila unità.

Nissan Motor Co. ha deciso di prolungare la sospensione della sua produzione in Russia fino alla fine di dicembre, mentre Mitsubishi Motors la tiene congelata per il momento. EFE

mra / gcf

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.