Dicembre 9, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Travis Scott ha chiuso il Primavera Sound in Cile, il primo del suo genere in America Latina

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2022 – 03:58

Inaki Martinez Azperose

Santiago del Cile, 14 novembre (EFE). Il rapper americano Travis Scott è stato responsabile della chiusura del Primavera Sound Festival of Contemporary Music a Santiago questa domenica, il primo festival ispanico in America Latina che ha riunito dozzine di artisti. internazionale e nazionale.

Fuoco, fumo, laser, luci, bassi penetranti: l’americano ha utilizzato tutta l’artiglieria a sua disposizione per coprire il suo teatro già attivo e avvicinare il pubblico alle sue parole con un evidente carattere di protesta.

Ad un certo punto durante il concerto, Scott ha fatto appello alle migliaia di partecipanti devoti: “Alzate tutti il ​​dito medio verso il cielo”, prima di criticare una delle sue canzoni per il razzismo che le comunità di origine africana negli Stati Uniti continuano a soffrire.

Un’altra esibizione della star questa domenica è stata l’esibizione del compositore islandese di musica sperimentale Björk, che ha cantato davanti a migliaia di persone ed è stato accompagnato dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Gioventù del Cile, con la montagna andina innevata sullo sfondo.

L’islandese ha reso omaggio alle montagne che circondano la capitale cilena e ha eseguito la sua ultima canzone nello stesso momento in cui il sole nascondeva il sole dietro le cime rocciose.

Migliaia di partecipanti

Secondo gli organizzatori, circa 35.000 persone hanno assistito al Primavera Sound in ciascuno dei tre giorni di svolgimento del festival.

Oltre alla versione per Santiago del Cile, il Primavera Sound viene trasmesso anche sabato e domenica a Buenos Aires (Argentina) e sarà trasmesso a fine mese in Brasile, a San Paolo.

READ  Raccomandazioni per sopravvivere alle terrificanti esperienze di "Fright Fest"

Il Cerrillos Centenary Park, a sud della città, è stato il luogo scelto per l’evento in Cile, che prevedeva cinque palchi attraverso i quali sarebbero passati artisti famosi come Artic Monkeys, Bad Gyal o Lorde.

La musica contemporanea è la caratteristica principale del festival, con stili diversi come pop, musica indie, dance o reggaeton, e sebbene molti grandi artisti internazionali siano a capo della formazione, il festival ha anche fatto spazio ai gruppi meno conosciuti del Cile.

È il caso della spagnola Amaya, una delle prime esibizioni presentate questa domenica, che ha incontrato i suoi fan cileni e i tanti curiosi che l’hanno scoperta per primi: “È bello cantare con le meravigliose montagne di Santiago ha urlato la cantante in sullo sfondo, spero di tornare presto in questa città.

Soddisfatto dell’organizzazione

L’organizzazione del Primavera Sound non era poi così diversa da altri eventi simili che si svolgevano a Santiago, secondo una giovane donna che vive in città, Lissele Inostros, che vede le differenze nello spettacolo musicale, ha detto a EFE.

“Sebbene ci siano alcuni artisti famosi, la stragrande maggioranza dei gruppi Primavera non è molto ascoltata in Cile; stanno proponendo più un’alternativa rispetto ad altri festival”, ha detto Inostroz.

Esteban Guzmán, di Santiago, che è andato al festival da solo per godersi la musica, ha detto a EFE che i gruppi di Primavera, piuttosto che essere meno conosciuti, variano in base al genere, generalmente “più vicini alla musica indie alternativa”, ha spiegato.

Per Guzmán l’unico fallimento dell’organizzazione è stata la gestione dell’evacuazione, che ha coinciso sabato e domenica con la fine del gruppo più potente, per il quale il servizio della metropolitana – il giovane critico – non ha potuto accogliere le migliaia di partecipanti che volevano andare a casa allo stesso tempo.

READ  Paul McCartney festeggia 80 anni con Springsteen, Bon Jovi e 60.000 fan

sabato piovoso

I tre giorni nella capitale cilena si sono svolti senza incidenti di sicurezza di rilievo, anche se le ultime ore di sabato sono state segnate da temporali che hanno colpito Santiago.

Mentre si trovava nello stato nazionale della città, un altro importante evento musicale ha annullato le esibizioni a causa dell’allagamento del palco centrale, il Primavera Sound ha permesso a concerti come il Lorde della Nuova Zelanda di continuare sotto la pioggia, lasciando in memoria le foto del cantante che avrebbe celebrato il festival. EFE

chat / ics

EFE 2022. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi EFE, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.