Ottobre 26, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Tutto è pronto per il lancio di Lucy, la prima missione di asteroidi non identificata su Giove

Il NASA Lavori testati Lucia, La prima missione per studiare gli asteroidi troiani su Giove. Piena di carburante, si prepara a fare le valigie per il decollo del 16 ottobre.

Prende il nome da personaggi della mitologia greca, Questi asteroidi orbitano attorno al Sole in due sciami, un gruppo davanti a Giove nel suo percorso e l’altro dietro di esso. Lucy sarà la prima astronave a visitarli. Studiando questi asteroidi più da vicino, gli scienziati sperano di perfezionare le loro teorie su di loro Come si sono formati i pianeti del nostro sistema solare 4,5 miliardi di anni fa E perché sono finiti nella configurazione attuale.

“Con Lucy, siamo andati su otto asteroidi mai visti prima in 12 anni con una navicella spaziale”, Lei disse È una dichiarazione Tom Statler, scienziato del progetto Lucy presso la sede della NASA a Washington. “Questa è una grande opportunità di scoperta mentre esploriamo il lontano passato del nostro sistema solare”.

Illustrazione dei Troiani gioviani, asteroidi che circondano il Sole nella stessa orbita di Giove. Foto: NASA

Seguendo tutti i protocolli della pandemia, i membri del team di Lucy hanno trascorso le ultime otto settimane in Centro Spaziale Kennedy NASA in Florida, in preparazione per il volo dell’astronave. Gli ingegneri hanno testato i sistemi meccanici, elettrici e termici della nave e hanno praticato la sequenza di lancio Da Mission Operations Centers a Kennedy e Lockheed Martin Space a Littleton, Colorado. All’inizio di agosto, gli ingegneri hanno installato l’antenna ad alto guadagno del veicolo spaziale, la seconda caratteristica più importante dopo gli ampi pannelli solari, Permetterebbe alla navicella spaziale di contattare la Terra.

Il veicolo spaziale all’interno del razzo che verrà lanciato il 16 ottobre dal Kennedy Space Center della NASA a Cape Canaveral. Foto: NASA

Il 18 settembre, gli ingegneri della propulsione hanno finito di riempire i serbatoi di carburante di Lucy con circa 725 chilogrammi di idrazina liquida e ossigeno liquido, che costituiscono il 40% della massa del veicolo spaziale. Il carburante verrà utilizzato in precise manovre che spingeranno Lucy verso le destinazioni degli asteroidi come da programma.Mentre i pannelli solari, ogni display per uno scuolabus, ricaricherà le batterie che alimenteranno gli strumenti del veicolo spaziale.

READ  EA spiega perché alcuni giochi classici stanno scomparendo dalle piattaforme digitali

L’astronave Lucy sarà presto imballata nelle due metà della carenatura del veicolo di lancio, che si chiuderà intorno ad essa come un proiettile. Una volta che l’astronave è avvolta, La squadra di Lucy sarà in grado di comunicare elettricamente con lei attraverso un “cordone ombelicale”.

All’inizio di ottobre, il veicolo spaziale incapsulato sarà trasportato al Vehicle Integration Facility presso la Cape Canaveral Space Force Station, dove sarà “attracco” con Atlas V 401. missile. Atlas V verrà lanciato dallo Space Launch Complex 41 e porterà Lucy fuori dall’atmosfera terrestre per iniziare il lungo viaggio verso gli asteroidi troiani.

Pochi giorni prima del lancio, gli ingegneri alimenteranno la navicella spaziale Lucy in preparazione della missione. Questo processo richiederà circa 20 minuti.

Il primo tentativo di lancio di Lucy dovrebbe iniziare alle 10:34 UTC del 16 ottobre. Se il tempo o altri problemi impediscono una presentazione quel giorno, il team avrà ulteriori opportunità di fare presentazioni a partire dal giorno successivo.