Maggio 22, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Ualá non offre più servizi di criptovaluta per volere di BCRA

Ualá non offre più servizi di criptovaluta per volere di BCRA

Ualá, uno dei portafogli virtuali più popolari in Argentina, smetterà di fornire servizi relativi a bitcoin (BTC) e criptovaluta. Questo è il risultato di un’ordinanza della banca centrale (BCRA) che vieta specificamente a queste società di essere associate all’ecosistema.

Su Twitter, il fondatore di Ualá, Pierpaolo Barbieri, più pericoloso Che la connessione di BCRA 7759 “li costringa a sospendere la possibilità di lavorare” con le criptovalute, lasciandole senza servizi. A più di 300mila account già registrati sulla piattaforma. “Fa così male,” disse Barbieri con un sospiro.

Il CEO ha notato che coloro che hanno aperto conti in Oala lavorano in criptovaluta Sei già stato avvisato di questo commento. Ha spiegato che coloro che hanno denaro investito nella piattaforma potranno scegliere il metodo di liquidazione della loro proprietà durante i prossimi 30 giorni.

Inoltre, Barbieri ha notato che gli investitori in criptovaluta attraverso Ualá Riceverà un ulteriore 5% sull’importo venduto. Quanto sopra, come “risarcimento e gratitudine” per la fiducia degli utenti.

Il fondatore di Ualá ha anche spiegato che le criptovalute È solo una delle offerte di investimento disponibili sulla piattaforma. Ha notato che stanno lavorando con altri prodotti finanziari, che “continueranno a funzionare normalmente”.

Il servizio di criptovaluta Ualá è stato il primo ad essere direttamente interessato dal decreto della Banca Centrale Argentina, che allontana questi asset virtuali dalle già note società locali.

Come riportato da CriptoNoticias il 4 maggio, i portafogli virtuali, noti in gergo bancario come fornitori di servizi di pagamento, “non potranno effettuare o facilitare operazioni con asset digitali, inclusi gli asset crittografici, per i propri clienti”.

Ciò ha portato a un’intera catena di reazioni negative da parte della comunità bitcoin nel paese sudamericano. L’organizzazione non governativa Bitcoin Argentina ha affermato che l’azione è stata improvvisa e senza consultazione. Ha anche avvertito che ciò rafforzerebbe l’informalità del mercato.

READ  Panasonic chiuderà la sua fabbrica di batterie in Perù

Secondo l’Ente Monetario, l’obiettivo di questa misura è quello di “mitigare i rischi” a cui possono essere esposti gli utenti di questi servizi finanziari e del sistema dei pagamenti nazionale. Ma, Non spiega quali sono questi rischi.