Dicembre 4, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Uber non riesce a trovare i conducenti, che è un’altra conseguenza della crisi globale

L’onda d’urto della crisi dell’offerta sta iniziando a prendere piede con le grandi aziende tecnologiche lontane da hardware. Se il problema delle spedizioni dalla Cina e la mancanza di chip avevano già avuto la precedenza con Apple, Samsung o Sony PlayStation, ora arriva la carenza di manodopera per queste aziende. È il caso specifico di Uber affronta una sfida nel Regno Unito.

Da qui a Natale, il vettore ha bisogno di quasi 20.000 conducenti per la sua piattaforma. La crisi dell’azienda è del tipo che ha creato lo stesso CEO Dara Khosrowshahi Viaggio veloce a Londra Con l’obiettivo di rivitalizzare la situazione in un Paese che era, fino a non molto tempo fa, la più grande roccaforte dell’azienda in Europa (almeno continentale). Ha anche incontrato il sindaco della capitale britannica, Sadiq Khan, per ottenere il sostegno del governo nel panorama offerto all’azienda tecnologica. Perché però per bloccare la tua attività Per il Dipartimento dei Trasporti di Londra in passato, l’area rimane di vitale importanza per la propria attività.

“Abbiamo bisogno di te, dillo ai tuoi amici”, ha detto il manager, cercando di incoraggiare i nuovi dipendenti. Non è chiaro se parole di incoraggiamento avranno effetto su un settore profondamente deluso. Khosrowshahi ha bisogno che Uber rimanga nel paese ed è per questo che lo è Incoraggiare il mercato con uno sciopero del libretto degli assegni. Se negli Stati Uniti viene annunciato uno stimolo da 200 milioni di dollari per incoraggiare nuovi conducenti a lavorare per l’azienda – si stima che questo abbia aumentato il numero di professionisti del 20% – nel Regno Unito il cambiamento arriva dalle tariffe. Il direttore ha annunciato La paga dei conducenti del Regno Unito è aumentata del 10%, È il prezzo al quale vogliono stimolare la migrazione dei lavoratori verso la loro piattaforma. Al momento con molte persone inattive o che lavorano in altre divisioni dell’azienda (Uber Eats) con più attività e redditività, al momento.

READ  Numeri alti da pagare per le terre virtuali nel Metaverse

Problema con molte risorse al di fuori del controllo di Uber

Pixel

Il problema delle retribuzioni in particolare è una delle costanti all’interno dell’azienda in tutte le aree geografiche. prima dell’epidemia, Il settore degli autisti stava già lottando per tariffe più alte capire; Dopo l’epidemia, la situazione è peggiorata. Anche per la sicurezza del lavoro. Un tema che Londra ha già sperimentato qualche mese fa e che si può vedere anche in California Progetto – FallitoForzare le piattaforme ad assumere tutti i loro autisti.

D’altra parte, per molti dei lavoratori della piattaforma, andare a lavorare durante i mesi più complicati del virus non è stato redditizio. Troppo poco lavoro, troppo poco stipendio, troppe spese e troppo rischio. attualmente, Praticamente tutti i servizi di trasporto di pallet hanno aumentato i prezzi per alleviare il disastro. Hanno dovuto riprendersi dal 2020 che è stato un duro colpo per i loro conti: tuttavia, i conducenti non hanno visto un riflesso di ciò nei loro conti.