Settembre 25, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un angolo del Comodorense è stato riconvertito in spazio di ricovero e contenimento sociale

Silenziosamente, la Scuola Intensive Ministerial Leadership (ELIM) opera in città da cinque anni, riaffermando il suo obiettivo di formare nuovi leader nell’evangelizzazione di Gesù Cristo, ma, inoltre, è diventata uno spazio di contenimento per i giovani. e ai senzatetto della città, fornendo loro non solo cibo e un posto dove vivere, ma anche ampliando il loro “rifugio sociale” attraverso laboratori didattici, artistici e artigianali, e il costante accompagnamento di quanti entrano a far parte della famiglia missionaria.

La proprietà e le strutture restaurate sono costruite in una lottizzazione di proprietà di ELIM in prestito nel distretto industriale – in via Eloy Cánova 100 -, sul sito in cui opera la fornace di pirolisi in città e in cui lavorano instancabilmente fino a quando non potranno raggiungere nuovi tempi di utilizzo, che consentirà di continuare i pezzi di ricambio che hanno completamente modificato un luogo abbandonato.
A pesar de esa falta de documentación que permita continuar aportando esfuerzo en un espacio que de hecho cubre falencias oficiales -en cuanto a lugares de contención-, el pastor José Luis Celan y María Ángela Ángela que de hecho cubre falencias oficiales -en cuanto a lugares de contención-, el pastor José Luis Celan e María Ángela Ángela ainsta a coderaniona paralaciona di contención 12 personas que se refugian en la sede y seguir buscando camas, calefactores -que no tienen-, ampliación de un settore sanitario y hasta la puesta en funciones de una radio, FM Oasis, la que hoy tiene emisión online desde un estudio estudiomente Sono la stessa cosa.

Gli edifici del rifugio – su un terreno comunale e infrastrutture fatiscenti e abbandonate appartenenti alla contea – hanno ricevuto l’ordine di offrire laboratori di falegnameria industriale e fabbro, e si spera che possano allestire un giardino – per produrre e raccogliere parte del cibo quotidiano —restaurando l’edificio, riparando settori distrutti dall’incendio e costruendo stanze Dormitori, aule scolastiche e persino un luogo di incontro comunitario dove gli “uomini della strada” trovano un ambiente familiare di appartenenza.

READ  Leroy Merlin ha un appendiabiti perfetto per armadi che non occupano spazio

Leggi anche: Il cancelliere Robledo propone di creare un rifugio per i senzatetto

Le esigenze del rifugio sono tante, dal cibo quotidiano ai letti a castello, utensili da cucina, un paio di stufe che permettano un miglior sollievo dalle rigide temperature stagionali, abbigliamento personale e biancheria da letto o strutture di supporto; Una mano che stringe e dà sicurezza o un abbraccio protettivo fornisce contenimento umano.

Nonostante la cancelliera Alejandra Robledo sia diventata la “madrina” del progetto – da prima che diventasse funzionario legislativo – sia Maria Angela che il reverendo Ceylon hanno messo a disposizione i loro numeri di telefono – 297-4435217 o 297-6213007 – per ricevere la solidarietà Comodorense che è sempre presente all’offerta di sforzo silenziosa senza chiedere nulla in cambio.