Novembre 26, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un ex direttore della CIA prevede come potrebbero reagire gli Stati Uniti se Putin utilizzasse armi nucleari

Quando si analizza la situazione della guerra in Ucraina E si parla di un’escalation del conflitto, c’è uno scenario che stiamo cercando di evitare a tutti i costi: Uso di armi nucleari. Fa Russia Quattro province ucraine occupate sono state annesse la scorsa settimana, anche come parte del loro territorio, e la tensione nella regione è aumentata in modo significativo ed è già impossibile escludere una risposta nucleare.

Circa le conseguenze e la reazione internazionale a un attacco di questo tipo, ha affermato David Petraeus, ex direttore di Cia (CIA) brevemente nell’era Obama.

In un’intervista alla serie americana Lettere di notiziePetraeus ha sottolineato che questo scenario produrrebbe una risposta collettiva da tutta la NATO: “Solo per darvi un’ipotesi, risponderemo guidando uno sforzo collettivo della NATO. Eliminerebbe tutte le forze convenzionali russe che possiamo vedere e identificare Sul campo di battaglia in Ucraina, così come in Crimea e nel Mar Nero. ”

Petraeus ha ammesso di non aver ancora parlato con Jake Sullivan, il consigliere per la sicurezza nazionale, e anche se considera un attacco di questo tipo un attacco. Non richiede l’applicazione immediata dell’articolo 5 della NATOPoiché l’Ucraina non fa parte dell’alleanza, ritiene che sia necessaria una risposta comune.

Sulla possibilità che gli Stati Uniti possano rispondere con un altro attacco nucleare, l’ex direttore della Central Intelligence Agency lo considera improbabile. “Non può rimanere senza risposta, ma Non è nucleare nucleare. Petraeus ha riconosciuto che non si vuole entrare in un’escalation di questo tipo”, aggiungendo che era necessario “dimostrare che questo non può essere tollerato”.

READ  Commissione parlamentare per discutere il bilancio dell'Etiopia per il prossimo anno