Settembre 28, 2021

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un nuovo terremoto ad Haiti nell’est di Cuba – Juventud Rebelde

SANTIAGO DE CUBA – Il terremoto di magnitudo 7,4 che sabato mattina ha scosso il sud di Haiti è stato avvertito in tutta la regione orientale di Cuba con un’intensità stimata da V a VI sulla scala EMS-98.

È stato confermato per Gioventù ribelle Il dottore in scienze Enrique Diego Arango Arias, capo del Servizio Sismologico Nazionale, che ha stabilito che l’epicentro del terremoto era a sud-ovest della capitale haitiana, Port-au-Prince, nella stessa faglia di un evento simile nel gennaio 2010, 7 0 gradi di magnitudo, che hanno causato gravi danni e causato oltre 200.000 morti nel Paese caraibico.

A causa della vicinanza del paese vicino e dell’entità del terremoto, ha spiegato Arango Arias, il terremoto è stato avvertito nelle province di Guantanamo, Santiago de Cuba, Granma, Holguín, Las Tunas e Camaguey, dove il terremoto ha scosso e spaventato sabato . mattina.

Come è normale in un terremoto di questa magnitudo, dopo il terremoto si sono verificate diverse scosse di assestamento moderate, alcune delle quali sono state e continueranno a essere osservate nell’est di Cuba.

Come spiega il dott. Arango Arias, si tratta di un processo che può durare diverse settimane, in cui non è esclusa la possibilità di un evento moderato o forte in faglie vicine al territorio cubano, come è successo con il terremoto del 2010. Un terremoto di magnitudo 5,6 in la regione di Santiago Baconao.

Il famoso esperto ha sottolineato: “Purtroppo non possiamo ancora prevedere i terremoti, ma viviamo in una zona sismica, quindi è importante adottare tutte le misure di prevenzione messe in atto dalla Protezione Civile cubana per questi casi. Il nostro Servizio Sismologico Nazionale è strettamente monitoraggio e i nostri specialisti sono pronti e vigili”.

READ  Gli Stati Uniti hanno distrutto l'ultimo avamposto della CIA in Afghanistan

Dopo il forte record di terremoti, il vice primo ministro e leader della rivoluzione Ramiro Valdes Menendez e le più alte autorità del partito e del governo nella terra di Santiago sono apparsi nella sede e nella sede del Centro nazionale per la ricerca sui terremoti (Cenais) in questa città, e appreso in prima persona i dettagli del meteorite e le possibili conseguenze per la regione orientale.