Dicembre 4, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Una furia sotto tre guardiani di Enrique Juliana

Il vecchio Cayman ha preso l’ultimo grande boccone della sua vita. (CoccodrilloÈ così che il regista ha scritto la didascalia Nani Moretti Un film commovente e crudo sul peso soffocante del berlusconismo sulla società italiana). L’uomo più potente d’Italia ha fatto un aumento di capitale: avrà una fetta d’oro della nuova maggioranza parlamentare. Georgia Meloney Non può governare senza il forte sostegno di rappresentanti e senatori di Forza Italia, il partito fondato da Berlusconi nel 1994.

Oggi il focus è sulla novità del neofascismo del dopoguerra e sulla spettacolare ascesa dei Fratelli d’Italia, organizzazione politica che affonda le sue radici nella Repubblica di Salou. Questo è un grande argomento oggi, ma in Italia bisogna sempre prestare attenzione alle sfumature e ai dettagli. I numeri suggeriscono che Maloney non controllerà tutti i parlamentari a destra.



video

Giorgia Meloni: “Governeremo per unire gli italiani”


La maggioranza di Meloni dipenderà dai parlamentari di Berlusconi

Con il 44% dei voti, la coalizione che unisce Fratelli d’Italia, Forza Italia e Liga ha ottenuto il 59% dei seggi alla Camera e il 57,5% al ​​Senato. Ciò è dovuto al pregiudizio maggioritario della legge elettorale. La destra ha vinto grazie alla sua agilità di riunirsi in coalizioni. Il grande errore dei Democratici è stato di isolarsi dopo aver rifiutato una problematica alleanza con il Movimento 5 Stelle. Enrico Leta Ieri ha annunciato che non contesterà la rielezione a segretario del PT.

La festa di Meloni è la più gettonata sulla destra. Se si tiene conto che alle elezioni del 2018 non ha superato il 4%, ha ottenuto un risultato impressionante (26%). Maloney ha spazzato via la lega nel nord, eliminandola Matteo Salvini, un ruolo nelle ore basse, fortemente condizionato dai suoi contatti in Russia e dal mirino dell’intelligence nordamericana. L’estrema destra ha rubato voti anche a Forza Italia. I Fratelli d’Italia hanno raccolto quasi il 60% dei voti di destra, ma non hanno ottenuto la stessa percentuale di seggi all’interno della coalizione. Motivazione: i candidati al primo posto nei collegi governati dal sistema a maggioranza unipersonale sono stati distribuiti utilizzando altri criteri. Grazie a questo il partito di Berlusconi ottiene una posizione decisiva in entrambe le camere, ma non nella Lega Salvini.

orizzontale

Silvio Berlusconi, a due giorni dalla fine dell’ultima campagna elettorale

Flavio Lo Scalzo / Reuters

Berlusconi, associato al Partito popolare europeo, è diventato il proprietario della quota d’oro. Modererà Meloni? Non è importante. Parliamo di rapporti di forza. L’imprenditore milanese affermerà quel livello di controllo in patria e all’estero, a Roma, a Bruxelles ea Washington. Poiché la Camera dei Rappresentanti e il Senato hanno lo stesso peso nel sistema costituzionale italiano, Berlusconi aspira alla presidenza del Senato, la camera principale per la stabilità politica del Paese. Una crisi di governo potrebbe essere scatenata dalla presidenza del Senato. Con tre canali TV. Anche con la principale fortuna del paese.

Un capitolo chiave delle prossime trattative sarà la nomina del ministro dell’Economia e dei funzionari di governo responsabili della gestione del grande fondo di salvataggio europeo (191.000 milioni di euro). Lo stesso si può dire dei Ministeri degli Affari Esteri e della Difesa. Bruxelles e Washington attendono notizie.

Leggi di più

Berlusconi controllerà Meloni, ma la sua salute è debole. Questa settimana compie 86 anni. Quando parla senza carta, dichiara la sua simpatia Vladimir Putin. Che ne sarà di Forza Italia?

Mario Draghi La Georgia sarà il Lord Protector di Meloney”, ha dichiarato qualche giorno fa l’ex ministro socialista. Rinoceronte Formica. Non è un segreto che Draghi e Meloni abbiano un buon rapporto, come è stato evidente durante la campagna elettorale del presidente del Consiglio uscente quando ha espresso la sua fiducia nel futuro governo “qualunque sia il suo colore”. Quel giorno Draghi lasciò Enrico Leta nell’oblio. Con la sua agenda best-in-class a Bruxelles e Washington, anche l’ex capo della Banca centrale europea tirerà fuori i cerchi. Anthony BlinkenIl segretario di Stato Usa ha annunciato ieri di aspettarsi che l’Italia continui a collaborare sulla questione ucraina e rimanga fedele all’alleanza atlantica.

Terzo controllo, Sergio Mattarella, Presidente. La simpatia di Mattarella per Meloni è perfettamente descrittiva. È molto raro. Il Presidente sovrintende ai contrappesi istituzionali con il baricentro del Parlamento. La coalizione di destra non ha ottenuto i seggi necessari per attuare la riforma costituzionale senza referendum. Il suo obiettivo, il suo piano finale, era quello di fare dell’Italia una repubblica presidenziale, con un forte esecutivo che riducesse il potere del parlamento. Il 44% dei voti non è sufficiente per iniziare a salire a bordo. Devono aspettare.

READ  I monumenti si oscurano in Italia per combattere i costi energetici