Ottobre 4, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Unità russe avanzano nella città di Marinka a Donetsk

Unità russe avanzano nella città di Marinka a Donetsk

A sua volta, il portavoce militare ha specificato che l’aviazione operativa e tattica, l’esercito e il fuoco di artiglieria del Gruppo delle forze meridionali hanno attaccato il personale e le attrezzature militari ucraine nelle città di Gueórguievka, Lástochkino e Tónenkoye, nella RPC da Donetsk.

Konashenkov ha aggiunto che l’esercito russo ha attaccato i centri di comando e controllo delle unità dell’81a brigata aerea delle forze armate dell’Ucraina e della 108a brigata di difesa territoriale nelle regioni di Seversk, Repubblica popolare di Donetsk e Gorkoy, nella regione di Zaporozhye.

Il portavoce militare ha affermato che le forze aeree tattiche, missilistiche e di artiglieria dei gruppi delle forze armate russe hanno attaccato 103 unità di artiglieria su postazioni di tiro, personale ed equipaggiamento militare in 149 aree durante il giorno.

Konashenkov ha affermato che un Su-25 dell’aeronautica militare ucraina è stato abbattuto dalla difesa antiaerea vicino alla città di Novoandryivka nella regione di Zaporozhye, oltre all’intercettazione di 16 missili dai sistemi Himars, Uragan e Olga.

La Russia registra che da quando ha lanciato la propria operazione militare in Ucraina, ha distrutto 430 aerei, 235 elicotteri, 4.407 veicoli aerei senza pilota, 424 sistemi missilistici antiaerei e 9.352 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento.

Allo stesso modo, 1.105 lanciarazzi multipli, 4.954 artiglieria da campo e mortai, nonché 10.587 veicoli militari speciali sono stati dismessi.

Dal 24 febbraio 2022 Mosca sta conducendo un’operazione militare speciale nell’Ucraina orientale che, secondo il presidente Vladimir Putin, cerca di disarmare, screditare il paese vicino e prevenire attacchi del regime di Kiev alla popolazione civile di Lugansk e Donetsk. Le Repubbliche popolari sono state reintegrate in Russia dopo il referendum.

READ  Il comitato del 6 gennaio convoca 5 legislatori repubblicani

jcm/gfa