venerdì, Giugno 14, 2024

Top 5 This Week

Related Posts

Uno screen reader open source per tutti

Dal lavorare duro su un progetto all’ordinare la consegna il venerdì sera, la maggior parte delle persone utilizza computer e schermi per quasi tutto nella vita quotidiana. Le persone non vedenti e ipovedenti utilizzano computer e monitor allo stesso modo, ma hanno bisogno di un software di lettura dello schermo per visualizzare i contenuti sullo schermo. Gli screen reader utilizzano una voce artificiale per leggere i contenuti e descrivere le immagini.

Sfortunatamente, le licenze per gli screen reader non sono accessibili per la maggior parte delle persone, spesso costano tanto o più dei computer, rendendo l’accesso continuo all’istruzione, al lavoro e alle attività quotidiane un onere finanziario. Secondo le statistiche sull’occupazione della American Foundation for the Blind, il tasso di disoccupazione tra i non vedenti varia dal 50% al 70%, soprattutto perché l’accesso a strumenti adeguati è troppo costoso.

Perché i ciechi devono pagare così tanto quando molti di loro sono disoccupati?

Mick Curran

Jimmy Teh e Mick Curran sono sviluppatori di software e musicisti di Brisbane, Australia, che si sono conosciuti da bambini in un campo musicale per non vedenti, dove si sono uniti grazie ad un amore condiviso per la programmazione informatica e la musica. Ora sono entrambi sposati, hanno una famiglia propria e sono ancora amici intimi. Quasi due decenni fa, hanno avviato uno dei loro progetti più importanti che avrebbe contribuito a cambiare il mondo in meglio, costruendo al contempo una comunità di persone dedicate.

Nel 2006, Mick si prese una pausa dall’università per lavorare su un’idea che aveva per un software di lettura dello schermo. Sapeva che il prezzo elevato impediva a molti ciechi di trovare lavoro o di utilizzare un computer, e voleva cambiare la situazione con un programma che fosse sempre conveniente. Ha chiesto a Jimmy, che si era recentemente laureato in informatica e lavorava a tempo pieno, di aiutarlo a svilupparlo. Jamie era entusiasta della collaborazione, nonostante la sua incertezza iniziale sul successo che avrebbero potuto ottenere con il software su cui diverse aziende avevano lavorato per anni.

I cofondatori di NVDA Mick Curran (a sinistra) e Jimmy Tie

Nel corso dell’anno successivo, Mick e Jimmy lavorarono insieme per creare uno screen reader open source noto come NVDA, o NonVisual Desktop Access, per computer Windows. Un anno dopo, Mick ha partecipato alla CSUN Assistive Technology Conference ospitata dalla California State University e dal Northridge Center on Disabilities. Quando i team di accessibilità delle principali aziende tecnologiche, inclusa Microsoft, hanno espresso interesse nell’integrare NVDA nelle loro piattaforme e browser, Mick e Jamie sapevano di avere un prodotto di successo. Quell’anno fondarono NV Access come organizzazione senza scopo di lucro per sostenere lo sviluppo di NVDA attraverso finanziamenti e sovvenzioni, e continuarono a frequentare CSUN per molti anni.

NVDA divenne presto disponibile su GitHub come lettore di schermo open source per Microsoft Windows, consentendo a una comunità globale di contributori di sviluppare il software con gli ultimi aggiornamenti e aggiunte.

Ero un po’ scettico. Cosa ci ha fatto pensare che potessimo scriverlo?

Jimmy, sì

Cofondatore di NVDA

Le mani di molte persone utilizzano un moderno mixer audio digitale con pulsante blu in studio.
Crea una comunità open source

Una parte importante della filosofia di Jimmy e Mick è data dall’importanza dell’open source nel cambiare la vita delle persone e nel portare benefici a tutti coloro che contribuiscono al bene comune. Oggi NVDA è utilizzato da più di 250.000 persone in tutto il mondo in 175 paesi diversi ed è stato tradotto in più di 55 lingue. Rimane open source e la comunità continua a plasmare il futuro del prodotto. NVDA aiuta le persone non vedenti e ipovedenti a trovare lavoro, mantenere un impiego e vivere la vita quotidiana all’interno di una comunità solidale.

Un uomo che indossa le cuffie suona una tastiera elettronica in una stanza scarsamente illuminata.
Jimmy voleva una workstation migliore durante la riproduzione della musica

Rendere la produzione audio accessibile a tutti

Nel 2014, Jimmy desiderava una workstation di registrazione musicale migliore che rendesse accessibile la produzione audio digitale. Un amico lo ha incoraggiato a sviluppare un plug-in per un software musicale per sé e per altri musicisti non vedenti e ipovedenti. Jimmy ha attinto al suo interesse e alla sua esperienza nella produzione musicale e, con altri, ha sviluppato quello che in seguito divenne OSARA, il software che interfaccia NVDA con la workstation audio digitale REAPER. Oggi, migliaia di persone non vedenti e ipovedenti trovano lavoro e avanzano nella loro carriera con OSARA, e la comunità continua a crescere. OSARA è un plug-in software open source progettato per essere utilizzato da chiunque al lavoro e a casa.

Maggiori informazioni su Osara su github

READ  Honor lancia i nuovi Porsche Design Magic6 RSR e Magic6 Ultimate, due cellulari ispirati al mondo delle auto | tecnologia
Desideria Zullo
Desideria Zullo
"Educatore generale della birra. Pioniere del caffè per tutta la vita. Sostenitore certificato di Twitter. Fanatico di Internet. Professionista dei viaggi."

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Popular Articles