Marzo 5, 2024

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Venezia è diventata verde di rabbia per il “fallimento” della COP28 sul clima

Venezia è diventata verde di rabbia per il “fallimento” della COP28 sul clima

I membri del gruppo Extinction Rebellion (XR) hanno gettato della tintura nel Canal Grande di Venezia e in diversi fiumi italiani questo sabato per protestare contro quello che gli ambientalisti hanno visto come il “fallimento” della COP28 legata al clima.

A mezzogiorno, gli attivisti avevano spruzzato un liquido verde neon – la fluoresceina, un “colorante totalmente innocuo” che hanno descritto sui loro account sui social media – sul Canal Grande a Venezia, tra passanti, gondole e turisti. Mentre altri attivisti srotolavano uno striscione con corde e corde dal famoso Ponte di Rialto con la scritta “COP28: Quando il governo parla, siamo appesi a un filo”, l’acqua ha assunto la tonalità che volevano come simbolo del loro malcontento.

XR ha dichiarato in una nota: “La crisi climatica sta già avendo impatti devastanti sul territorio italiano, la scienza ci dice che peggiorerà e stiamo perdendo tempo con battute politiche”. E hanno aggiunto: “Ci ribelliamo a questa inerzia, non possiamo restare in silenzio mentre il nostro futuro viene venduto alle industrie fossili!”

Secondo le immagini che circolano sui social network, altri gruppi ambientalisti avrebbero adottato misure simili sul Tevere a Roma, sul Naviglio a Milano e nel Po a Torino.

Azione dei gruppi ambientalisti all’ONU a Dubai. Tutto ciò avviene tre giorni prima della fine della conferenza sul clima, nel mezzo dei colloqui sull’uscita dal petrolio, dal gas e dal carbone, mentre il gigante petrolifero dell’OPEC sta cercando di fermare le misure contro i combustibili fossili.

(con informazioni dalle agenzie)