Febbraio 2, 2023

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Wall Street assorbe i risultati delle maggiori banche statunitensi attraverso i ribassi

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 gen 2023 – 15:25


New York, 13 gennaio (EFE). – Wall Street ha aperto venerdì con moderati ribassi e il Dow Jones Industrial Average, il suo indice principale, ha perso lo 0,87% dopo aver conosciuto i risultati trimestrali della grande banca americana, con profitti notevolmente inferiori nel 2022 rispetto all’anno precedente.

All’apertura delle operazioni alla Borsa di New York, l’indice Dow Jones è sceso di 299 punti, a 34.020 unità, mentre l’indice selettivo S&P 500 è sceso dello 0,87%, ovvero 35 interi, a 3968,50 punti.

Il Nasdaq Composite Index, in cui sono quotate le principali società tecnologiche, ha perso lo 0,96%, o 110,50 unità, a 11.423,75 numeri interi.

Gli investitori, che il giorno prima avevano festeggiato con i massimi l’inflazione USA – in ribasso per il sesto mese consecutivo – oggi hanno reagito in maniera opposta al set di risultati annuali delle quattro grandi banche: JPMorgan, Wells Fargo, Bank of America e Citigroup .

Ognuno ha registrato un calo significativo dei propri guadagni venerdì, con cali che vanno dal 14% per Bank of America al 39% per Wells Fargo. Nel caso di JPMorgan Chase, la più grande banca del paese, il suo utile netto è diminuito del 22% nel 2022.

Per settore, il pessimismo è stato dominante e tutti tranne uno hanno fornito numeri rossi, anche se con un leggero calo inferiore a 1 punto percentuale, con i cali maggiori per l’energia (-0,93%) e gli speciali (-0,92%).

Tra i 30 valori del Dow Jones prevalgono anche i ribassi, seppur non significativi, con Visa (-1,35%), Disney (-1,19%) e Cisco (-1,03%).

READ  Un barile di greggio Brent ha raggiunto il prezzo più alto dal 2008

Tra le aziende in rialzo spicca United Health (1,37%), che oggi ha registrato utili solidi nel 2022, in crescita del 16% rispetto all’anno precedente.

Negli altri mercati, il petrolio del Texas è salito a 78,77 dollari al barile, il rendimento del decennale USA è rimasto pressoché invariato al 3,448%, l’oro è salito a 1913,7 dollari l’oncia e il dollaro è salito sull’euro, con una variazione di 1,0816. EFE

fjo/nqs/psh

� EFE 2023. La ridistribuzione e ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe è espressamente vietata, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA