Maggio 23, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Wall Street è affondata ad aprile e il Nasdaq soffre il suo mese peggiore dal 2008

Wall Street mese di chiusura aprile Insieme a pesanti perdite nei suoi tre indicatori principali. NASCAD, il secondo mercato azionario in ordine di grandezza Stato unito, È diminuito del 13,3%. Gli esperti attribuiscono i cali alle enormi vendite che si sono verificate nel settore tecnologico, come ad esempio L’imprenditore Elon Musk acquista Twitter per 41mila milioni di euro. Altri fattori questo autunno sono l’aumento dei tassi di interesse e alta inflazione Nel paese nordamericano, La guerra in Ucraina e boccioli Malattia di coronavirus In Cina.

gli altri indici azionari Gli americani non stavano andando molto meglio questo mese. D’altra parte, il Dow Jones Le industrie hanno perso un totale del 4,9%.

D’altra parte, il Standard & Poveri 500che è il più grande mercato in stato unito Comprende diverse società tecnologiche, all’8,8%, segnando il loro mese peggiore per entrambe dal 1970. Pertanto, Investitori subordinare Parquet New York Hanno rinunciato collettivamente ai loro valori per farlo origini Più sicuro.

terremoto nella Silicon Valley

La vendita di Twitter a Musk ha scosso il mercato: le azioni del social network sono aumentate del 25% in borsa questo mese, ma Tesla ha perso circa il 20%.

quella matrice Alfabeto di Google Ha guadagnato “solo” 16.436 milioni di dollari tra gennaio e marzo, l’8,3% in meno rispetto allo stesso periodo causato anche dal 2021. Le azioni crollano del 5,96% a Wall Street dopo aver conosciuto i risultati.

Nel calcolo mensile dei settori, quello Comunicazioni è diminuito di oltre il 13% e tecnologia7%. Le cascate fanno ingrassare Netflixche ha perso il 49% a causa di Nel primo trimestre del 2022 sono trapelati 200.000 abbonati. Amazon è anche una delle vittime: il 24% di loro è rimasto.

READ  Cosa serve perché Ethereum sia davvero inarrestabile

Crescita sfavorevole globale

Il Dati macroeconomici Ho inviato una foto crescita oscura A livello globale, con il PIL statunitense in contrazione dell’1,4% durante il trimestre, il che fa crescere i timori di una recessione più grave rispetto al 2020.

Notizie correlate

I settori che hanno resistito sono le materie prime, in crescita del 6%, l’immobiliare, in crescita del 4%, ei servizi generali, in crescita dell’1%.

Per quanto riguarda l’olio, il Barile del Texas Si stima vicino al 5% tra forti oscillazioni dovute all’impatto sulla domanda delle restrizioni in Cina e un possibile veto da parte dell’Unione Europea. petrolio russo di Guerra ucraina.