Cosenza, sequestrati 10 quintali botti illegali

COSENZA – Circa dieci quintali di fuochi pirotecnici illegali sono stati sequestrati a Cosenza e nei comuni di Acri, Corigliano e Rossano dalla Guardia di finanza che ha denunciato 10 persone per violazioni delle norme relative alla custodia, al trasporto e alla commercializzazione di materiale esplodente.
In particolare, sono stati trovati e sequestrati 38.605 pezzi di materiale esplodente pericoloso, pari a 52.717 bocche di fuoco di bengala, fontane, razzi e petardi privi delle prescritte indicazioni di sicurezza. Ad Acri è stato individuato un deposito situato in una casa rurale, al cui interno c’erano 650 pezzi di artifizi pirotecnici, molto pericolosi, pari a circa a tre quintali, detenuti senza alcuna autorizzazione mentre a Rossano, sulla statale 106, sono stati individuati, a bordo di alcuni automezzi, circa sei quintali di materiale esplodente. Altri 20 chili detenuti illegalmente sono stati sequestrati ad ambulanti a Cosenza e 42 chili nel centro storico di Corigliano in un negozio di casalinghi.