Catanzaro, Manno (Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese) difende Wanda Ferro: “È sempre stata una donna al servizio delle istituzioni”

CATANZARO – “L’attacco a Wanda Ferro di questi ultimi giorni – dichiara Grazioso Manno, presidente del Consorzio di Bonifica di Catanzaro – dimostra che la verità fa male, molto male. Parliamo tra l’altro di una donna che,da Assessore al Comune di Catanzaro e da Presidente della Provincia poi,ha dato lustro all’incarico ricoperto, ha ottenuto successi incredibili, non ha fatto distinzione di parte e di partiti, ha amministrato con saggezza, serietà, lungimiranza, impegno, dedizione”. Ma analizziamo cosa ha detto Wanda Ferro. Quello che tutti dicono,quello che è sotto gli occhi di tutti! In piena campagna elettorale – precisa Manno – si nota uno “strano ” ed inaspettato attivismo del Presidente Oliverio, dopo 3 anni e mezzo di “quasi inattività” con promesse non mantenute, impegni continuamente mancati, gestione fallimentare,burocrazia farraginosa ed inefficiente,bandi comunitari partiti in grande ritardo, graduatorie sospese,e chi più ne ha più ne metta. Risultato: una Regione che continua ad essere la cenerentola d’Europa, la più povera per reddito pro-capite, la prima in assoluto (negativamente parlando) per disoccupazione, la prima per disoccupazione giovanile, la prima per il grande e continuo esodo di giovani (laureati e non) che partono per il nord, per altri paesi europei e perfino per altri continenti. E se nei primi mesi del suo governo – aggiunge – Oliverio poteva dare la colpa di tutto questo a coloro che lo hanno preceduto,ora non può trovare più scuse di alcun tipo: cerca quindi di recuperare il tempo perduto con una serie di provvedimenti a pioggia, iniziative di ogni genere, presentazione di progetti innovativi mirabolanti. Credo che i sondaggi quotidiani, che danni il PD in continua discesa, il centrodestra in continua ascesa, stiano facendo perdere completamente la testa agli inquilini del 10° piano della Cittadella Regionale. Vengono usati metodi “antichi ” nella ricerca di quel consenso andato ormai perduto. La dimostrazione sta nel fatto che tanti, ma proprio tanti,hanno abbandonato e stanno abbandonando il PD ed il centrosinistra. Perché? Il motivo – spiega Manno – è semplice: per le tante promesse non mantenute, per i continui rinvii nell’affrontare i problemi, nella mancanza totale di risposte (nemmeno interlocutorie), nella “leggerezza impressionante “con cui sono stati affrontati problemi delicati, importanti e di interesse generale. Io li ho toccati con mano: promesse non mantenute, continui rinvii, assoluta leggerezza (per non dire di peggio) nell’affrontare problemi da parte di Oliverio. Ma oggi non mi meraviglia più nulla di come si muove il Governatore ed il Suo staff: d’altra parte cosa aspettarsi da chi ha dichiarato ai quattro venti che si sarebbe incatenato davanti Palazzo Chigi, per il problema della sanità,e poi non ha avuto “il coraggio di farlo! Ma veramente Oliverio – conclude Manno – crede che oggi, nel 2018, la gente possa credere alle sue “favole” elettorali dopo 3 anni e mezzo di assoluta inerzia? Ed allora brava Wanda Ferro,che ancora una volta, ha solo avuto il coraggio di dire la verità”.