Aperte le danze di Felici & Conflenti: riflettori accesi sul borgo del Reventino per un fenomeno musicale unico

CONFLENTI – Al via la sesta edizione di “Felici&Conflenti” la festa di comunità più grande della Calabria centrale, che per sei giorni, da oggi fino al 27 luglio, animerà il borgo di Conflenti con workshop, laboratori, concerti, mostre proiezioni e incontri di approfondimento.
Lontano dall’ottica dei palcoscenici e grandi festival, Felici & Conflenti è un momento di condivisione concreto in cui la musica non è oggetto di contemplazione, ma fenomeno vissuto e partecipato, nel rispetto dell’identità e delle tradizioni del luogo.
Occasione di trasmissione della cultura coreutica e musicale dell’area del Reventino e del Savuto, l’edizione 2019, sottotitolata “Festa di Comunità”, attiva un prezioso dialogo tra danzatori, musicisti, studiosi, scrittori e ricercatori restituendo alla divulgazione orale degli antichi saperi un ruolo fondamentale, nell’ottica di un turismo responsabile nato dalla “Restanza” degli organizzatori che mantengono viva tutto l’anno la realtà.
Il programma inizia alle 10.00 (raduno in Piazza Visora) per un’escursione guidata tra le vie del borgo antico di Conflenti, alla scoperta delle bellezze storiche e culturali del paese.
Alle 12.30 appuntamento in Villa Comunale per il pranzo di benvenuto, un momento conviviale che si trasforma in un viaggio esperienziale tra i sapori del luogo. A seguire l’incontro con il gruppo di ricerca Felici&Conflenti, “La musica e il ballo dell’area del Reventino-Savuto”, che ci introdurrà nel mondo musicale e coreutico della zona.
Nel pomeriggio si inizia con i laboratori: alle ore 17.00 in Piazza dell’Emigrato inizierà il workshop “Danza del Reventino” a cura di Andrea Brassi e Serena Tallarico, che si propone di indagare le specificità della tradizione coreutica dell’area del Reventino.
In contemporanea a Piazza Chjianiettu parte il laboratorio dedicato agli strumenti tipici della tradizione conflentese. “La Zampogna della Presila” a cura di Christian Ferlaino e Giuseppe Muraca mira ad approfondire lo studio di uno strumento a rischio di “estinzione”.
Stessa ora ma rivolto ai piccoli per “CartapestiAMO”, il workshop a cura dell’Associazione Ammàno sulla costruzione di maschere in cartapesta.
Alle 21.00 si chiude in festa la prima giornata. Ci ritroviamo nella Piazza Chjianiettu per trascorrere un momento di convivialità e musica in compagnia dei suonatori di Conflenti insieme ai suonatori di San Mango D’Aquino, che allieteranno la cena a base di prelibatezze calabresi.