Arrestato Gullo per aggressione a quattro braccianti indiani

gullo-francesco

Picchia quattro extracomunitaria e nel giro di 15 giorni finisce in carcere per lesioni aggravate. Quattro braccianti agricoli indiani, residenti a Curinga, il 27 dicembre scorso infatti avevano sporto denuncia sostenendo di essere stati aggrediti da Francesco Gullo, 20enne pluripregiudicato disoccupato e residente in Curinga. Una denuncia che ora è sfociata nell’arresto del 20enne che avrebbe aggredito gli extracominitari indiani, mediante un corpo contundente, mentre gli stessi erano all’interno della loro abitazione di Curinga.

Il provvedimento di arresto è stato emesso dal gip del Tribunale di Lamezia Terme a seguito di attività di indagine compiuta dai militari della stazione dei carabinieri di Curinga. I quali hanno iniziato le indagini appunto a seguito dell’aggressione le vittime che hanno riportato delle contusioni guaribili in 5-6 giorni.
I militari, una volta ricevuta la denuncia, si sono infatti immediatamente attivati raccogliendo le deposizioni di vari testimoni che avrebbero confermato quanto denunciato dagli indiani. Secondo quanto accertato, inoltre, il movente sarebbe riconducibile a dei dissidi di natura privata sorti tra il gruppo di extracomunitari e lo stesso Gullo. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Lamezia Terme a disposizione del gip per l’interrogatorio di garanzia, durante il quale dovrà rispondere delle accuse di lesioni aggravate e violazione di domicilio.