Calabria, sequestrati beni a ex assessore Salerno

CATANZARO – La Guardia di finanza di Vibo Valentia ha sequestrato 237 mila euro all’ex assessore al Lavoro della Regione Calabria, Nazzareno Salerno, coinvolto nell’inchiesta “Robin Hood”, condotta dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, sui presunti illeciti nella gestione del “Credito sociale” per le famiglie in difficoltà economiche.
Le indagini avevano portato, nello scorso febbraio, all’arresto di nove persone, tra cui lo stesso ex assessore Salerno, nei confronti del quale era già stato disposto un sequestro di beni per 200 mila euro. Il nuovo illecito contestato a Salerno riguarda la nomina di un “Comitato di gestione” per l’istruttoria delle domande degli aspiranti al beneficio del “Credito Sociale”, che avrebbero potuto essere gestite, senza costi aggiuntivi, secondo l’accusa, dallo stesso personale della Regione.
Nel Comitato erano stati nominati e contrattualizzati a suo tempo cinque professionisti che hanno percepito un compenso pari al nuovo sequestro di beni a carico di Salerno.