Catanzaro, al CSV la mostra natalizia degli utenti della Casa degli Ulivi di Girifalco

CATANZARO – Anche per quest’anno la “Casa degli Ulivi” di Girifalco, la casa protetta per anziani gestita da Fondazione Betania, ha scelto la sede del Centro Servizi al Volontariato della provincia di Catanzaro per esporre i manufatti realizzati con materiale da riciclo dagli utenti e dagli operatori all’interno del laboratorio di creatività che rientra a pieno titolo nel servizio di riabilitazione a favore degli over 65.
Rosa, Angelo e Maria – accompagnati dall’assistente sociale Rosa Tolomeo e dalle educatrici Maria Grazia Panzino e Francesca D’Elia – assieme agli oggetti natalizi preparati per l’occasione, hanno contagiato tutti con la loro allegria e la voglia di raccontarsi. Per Rosa, in particolare, l’arrivo a Catanzaro, la sua città natale, ha rappresentato l’occasione per rivivere gli anni dell’infanzia, funestati dalla seconda guerra mondiale. Rosa, che viveva nel centro storico, ricorda ancora quando, da bambina, trovava ricovero sotto i cunicoli dov’è allocata ora la statua del Cavatore per ripararsi dai bombardamenti. E si commuove quando pensa alle lunghe file, con la gavetta in mano, per rifocillarsi con un pasto caldo che veniva distribuito nella chiesa della Stella. Grazie alla mostra, Rosa ha rivisto Catanzaro, “la città bomboniera” dei suoi ricordi, ed ha incontrato anche i ragazzi della Comunità Ministeriale, in visita al CSV di Catanzaro assieme a Vito Totino, presidente dell’Ada San Vito sullo Jonio, che li sta spingendo a portare avanti una serie di iniziative a carattere sociale finalizzate alla loro inclusione sul territorio.
A ragazzi Rosa ha augurato tanta salute ed una lunga vita spesa in piena onestà: lei, come gli altri utenti, vive serenamente i suoi ottant’anni impiegando il suo tempo in maniera attiva, tra i mille lavoretti e le uscite di gruppo. E mostra orgogliosa i piccoli simboli del Natale realizzati con ogni tipo di materiale, che potranno essere acquistati con un contributo fino a dopo l’Epifania. Il ricavato andrà a sostegno dell’associazione “Salute Donna Onlus”, che dà sostegno alle donne colpite da patologie tumorali.