Catanzaro: Sette milioni di euro confiscati alla mafia Tra Vibo Valentia e Cosenza

La Direzione Investigativa Antimafia di Catanzaro, nel corso di distinte operazioni, ha confiscato beni immobili e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di circa 7 milioni di euro, riconducibili aPiero Spensierato, 51enne di Paola, nel cosentino, condannato in via definitiva per usura, ed a Paolo Ripepi, 46enne di Ricadi, nel vibonese,ritenuto affiliato alla potente cosca mafiosa dei Mancuso di Limbadi.

I provvedimenti di confisca, adottati rispettivamente dalla Corte di Appello di Catanzaro e dal Tribunale di Vibo Valentia, hanno interessato, tra l’altro, il complesso immobiliare che ospita l’hotel“Blumentag” di Paola (CS), riconducibile a Spenserieto, nonché la struttura residenziale, denominata “Villa Filomena” di Ricadi (VV) e nella disponibilità Ripepi. Entrambi gli immobili, circa due anni fa, erano stati sottoposti a provvedimenti cautelari che ne avevano sottratto la disponibilità ai due.