Catanzaro: Traversa ottiene la concessione in uso dell’Ex ospedale militare

Ex ospedale militare Traversa ottiene dal ministero della Difesa la concessione in uso del prestigioso complesso (piu’ di 3mila500 Metri quadrati coperti) il 14 luglio si firmera’ a roma la convenzione Il sindaco, “diventera’ un grande polo culturale a disposizione di Universita’ e sovrintendenza e direzione regionale dei beni culturali” I ringraziamenti al ministro la russa

Catanzaro- L’ex ospedale militare è nella piena disponibilità del Comune di Catanzaro. Il sindaco Michele Traversa, a conclusione di una stringente e delicata trattativa con i vertici del Ministero della Difesa, ha ottenuto la concessione in uso gratuito del prestigioso complesso dell’Osservanza, uno straordinario contenitore di oltre 4mila 500 metri quadrati, di cui 3.555 coperti e 987 di parco. L’accordo definitivo è venuto nel pomeriggio dopo un nuovo incontro al dicastero di via XX Settembre tra il primo cittadino di Catanzaro, il capo di gabinetto del ministro, generale Roberto Petri, il vicecapo di gabinetto, generale Luca Loretti, e il responsabile dell’Ufficio IV e delegato alle infrastrutture generale, Francesco Noto. E’ stata già fissata la data della firma della convenzione: il 14 luglio, sempre al Ministero della difesa, i funzionari dell’Amministrazione comunale definiranno il contratto che – è stato precisato – prevede la concessione in uso gratuito dell’ex ospedale militare al Comune di Catanzaro al fine di “valorizzare l’immobile”. Ancor prima di quella data, prevedibilmente già a fine settimana, al sindaco Traversa e ai tecnici del Comune sarà consentito di effettuare un sopralluogo nel grande complesso immobiliare, in modo da programmare i primi interventi per una pronta utilizzazione. L’obiettivo dell’on. Traversa è quello di trasformare rapidamente l’ex ospedale militare in un grande contenitore di attività culturali. In prima battuta, sarà coinvolta l’Università “Magna Graecia” che potrebbe utilizzare l’enorme edificio per ospitare corsi di laurea, laboratori, uffici di segreteria, rivitalizzando il centro storico. Ma l’ampiezza degli spazi forse consentirà anche di fornire risposte anche all’Accademia di Belle Arti per la cui sistemazione, comunque, si stanno battendo altre strade. Infine, l’intendimento del sindaco è quello di mettere a disposizione del Ministero dei Beni Culturali parte dell’edificio in modo tale che possa ospitare la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Calabria, attualmente allocata al Parco Scolacium, e la Soprintendenza per i Beni architettonici e paesaggistici per le Province di Cosenza, Catanzaro e Crotone, attualmente allocata a Cosenza. L’on. Traversa ha voluto ringraziare il ministro della difesa, on. Ignazio La Russa che ha accolto, con grande sensibilità, le istanze della città di Catanzaro. “A nessuno può sfuggire lo straordinario valore di questa operazione – ha detto il sindaco – La città entra nel possesso di un bene il cui valore supera abbondantemente i 60 milioni di euro, vista la sua strategica posizione nel cuore del centro cittadino. Era questo uno degli impegni che avevo assunto in campagna elettorale e averlo ottenuto a poco più di 30 giorni dalla proclamazione è per me un motivo di grande soddisfazione ed orgoglio. L’ex ospedale militare, opportunamente recuperato, diventerà prestigiosa sede universitaria e di altre attività culturali. L’entrata in funzione di questo Polo consentirà di rivitalizzare il centro storico, arricchendolo delle presenze qualificate di centinaia di studenti e docenti. Già nei prossimi giorni, conto di incontrare le autorità accademiche per definire un accordo che consenta di trasferire al più presto attività e funzioni universitarie in questo importante contenitore.”.