Controlli a tappeto ai depuratori di Pianopoli e Feroleto Antico, una denuncia

PIANOPOLI – Nell’ambito dei servizi di controllo in materia di reati ambientali periodicamente svolti dall’Arma dei Carabinieri, i militari della Stazione di Pianopoli e della Stazione Carabinieri Forestale di Serrastretta, hanno effettuato un servizio dedicato nel territorio dei Comuni di Pianopoli e Feroleto Antico finalizzato alla verifica degli impianti di fitodepurazione, risposta naturale agli impianti di depurazione delle acque di scarico. Questa tecnologia prevede che le acque reflue vengano depurate mediante l’uso di un bacino impermeabilizzato in cui il substrato ghiaioso e quello vegetale combinano la loro azione al fine di rendere pulita l’acqua in maniera del tutto ecologica senza l’utilizzo di sostanze inquinanti. Le attività di verifica si sono concentrate sulle installazioni di loc. “Coronella”, “Dipodi”, “Vigna Vecchia”, “Fosso Cardolo”, “Piano Lucente”, “Ievoli”, “Piano Marulli”, “Ficonera”, “Fosso Garcia” ove i militari hanno riscontrato alcune irregolarità nella manutenzione dei predetti impianti che consistono nello svuotamento periodico delle vasche interrate di prima sedimentazione. La mancata “vuotatura” periodica dei pretrattamenti o trattamenti primari sottende al lento intasamento del fitodepuratore, invalidando così il funzionamento anche di un impianto ben costruito con evidenti conseguenze sotto il profilo ambientale. È stato pertanto deferito in stato di libertà il titolare della ditta appaltatrice, fino al 2020, della gestione e manutenzione delle citate predisposizioni.