Due prostitute nigeriane picchiate e rapinate

prostitute

Due prostitute nigeriane chiedono un passaggio a due extracomunitari e finiscono per essere rapinate e malmenate.

È successo l’altro ieri in contrada Rotoli, all’estrema periferia della città nel quartiere di Sant’Eufemia, esattamente lungo il tratto della Statale 18, luogo di ritrovo per alcune passeggiatrici africane.
Le due donne al termine della loro attività professionale, abbandonato il luogo dove abitualmente stazionano per svolgere il loro lavoro quotidiano, hanno chiesto un passaggio in auto per raggiungere la stazione di Lamezia Centrale e rientrare nella loro città.

Un invito che è stato accolto da due persone che una volta caricate le donne a bordo dell’auto sulla quale viaggiavano, dopo qualche chilometro, le hanno malmenate e si sono fatti consegnare le loro borse: circa 500 euro il bottino in totale. I due malviventi extracomunitari poi le hanno abbandonate sulla strada allontanandosi a forte velocità.

Soccorse dagli agenti della polizia di Stato alla quale le due prostitute si sono rivolte, sono
state accompagnate al pronto soccorso dell’ospedale “Giovanni Paolo II”, dove sono state medicate per le ferite riportate a causa dei maltrattamenti.

A compiere la rapina, ha raccontato una delle vittime agli agenti della polizia di Stato, sarebbero stati due extracomunitari di origine europea. Sulla base delle loro descrizioni, sono in corso indagini da parte degli inquirenti per risalire ai rapinatori.