Il bus si paga con l’SMS Nuova idea da Bari

Il comune avvia una rivoluzionaria sperimentazione

Con le nuove tecnologie parcheggiare o prendere un bus a Bari sarà più veloce e semplice. Basterà scrivere un sms. Il Comune, attraverso un provvedimento di giunta, ha aderito al progetto ‘Bari Digitale 2.0.’ che darà il via ad una sperimentazione per il pagamento mobile dei servizi di trasporto urbano e della sosta all’interno delle strisce blu. La proposta è stata presentata dalla società Exprivia e non comporta alcun onere a carico dell’Ente Pubblico. Attraverso l’utilizzo di applicazioni per smartphone con dispositivi Gps e connessione Internet, il servizio ha come obiettivo il miglioramento del livello di fruibilità dei mezzi pubblici e la semplificazione del pagamento della sosta. Il progetto prevede la dematerializzazione dei titoli di viaggio per il trasporto pubblico, il pagamento elettronico degli stessi e il controllo elettronico da parte dei verificatori. E inoltre il pagamento elettronico della sosta senza l’uso del tagliando cartaceo e la semplificazione del controllo della validità della sosta da parte degli ausiliari del traffico o dei vigili urbani. E’ previsto che la sperimentazione duri 24 mesi durante i quali il sistema verrà sviluppato e testato. Tutti gli oneri sostenuti saranno a carico di Exprivia: al termine di questo periodo l’impianto (apparati e soluzione software) resterà nella piena disponibilità dell’amministrazione comunale con licenza d’uso illimitata. Alla fine del primo anno sarà avviato un test di verifica per valutare le funzionalità sviluppate, negli ultimi 12 mesi verrà effettuata una sperimentazione sul territorio urbano. Ma il consigliere incaricato del sindaco alla Mobilità Antonio Decaro, protagonista negli anni scorsi da assessore di altre innovative soluzioni (una per tutte i Park&Ride, molto apprezzati) per combattere il caos del traffico, vuole accelerare i tempi. (tgcom)