‘Ndrangheta, confiscati beni oltre un milione di euro a indagato “Stige”

CROTONE – Beni per un valore di oltre un milione di euro sono stati confiscati dai finanzieri della Tenenza di Cirò Marina a Salvatore Morrone, ritenuto un elemento di spicco della locale di ‘ndrangheta Farao-Marincola con sede a Cirò Marina e ramificazioni nel nord Italia, in Germania ed altri Paesi esteri. Il provvedimento è giunto a conclusione di indagini patrimoniali coordinate dal capo della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri, dal procuratore aggiunto Vincenzo Luberto e dal pm Domenico Guarascio. La confisca ha riguardato svariati conti correnti e conti deposito, due ville lussuose a Cirò Marina, un locale commerciale, nove autoveicoli, un’azienda di produzione di prodotti di panetteria e numerose quote societarie. Morrone è stato recentemente arrestato nell’ambito dell’operazione “Stige” coordinata dalla Dda di Catanzaro contro le cosche del versante ionico crotonese e cosentino. Il provvedimento, richiesto dalla stessa Dda è stato emesso dal Tribunale di Crotone – Ufficio misure di prevenzione.