PORTO GIOIA TAURO: audizione al Senato. Non più armi ma sostanze tossiche. Scopelliti: «Operazione di routine»

nave_caper_ray

Prima di essere caricate sulla nave danese, inoltre, le sostanze sono state sottoposte ad un triplice imballaggio (effettuato da personale siriano istruito dall’Opac) e chiuse in container stagni, certificati dall’Opac. La prossima settimana, infine, il personale dell’organizzazione farà un sopralluogo a Gioia assieme alle autorità italiane per verificare le condizioni di sicurezza a terra e a mare». Intanto infatti, in occasione del vertice svoltosi al Parlamento europeo di Bruxelles tra il presidente del Consiglio dei ministri, Enrico Letta e gli europarlamentari italiani, l’onorevole Sergio Silvestris (Forza Italia – Ppe) ha presentato al premier un appello, sottoscritto da 15 eurodeputati, per far arrivare a Gioia la Concordia e il premier si è detto possibilista. (Gazzetta del Sud – A.na.)