Provincia di Cosenza: “Quella di domani 5 luglio sarà una giornata decisiva per la realizzazione dell’aeroporto di Sibari”.

Lo ha detto il Presidente della Provincia di Cosenza, on. Mario Oliverio, ricordando che proprio per domani, alle 17, presso la Sala delle Adunanze della Provincia di Cosenza, è stata convocata una seduta straordinaria, aperta e pubblica del Consiglio provinciale a cui sono stati invitati tutti i sindaci e i rappresentanti delle forze sociali, culturali ed imprenditoriali della provincia di Cosenza.

“Abbiamo voluto convocare questo incontro -ha proseguito il Presidente della Provincia- per mostrare in maniera chiara, evidente e concreta che c’è una volontà forte, robusta e determinata a realizzare un’opera di cui, ormai, non se ne può più assolutamente fare a meno. La Provincia di Cosenza, che è la più grande provincia della Calabria, che ha enormi potenzialità al suo interno, non può più rinunciare ad una infrastruttura come questa. Tant’è che la Regione negli anni passati ha stanziato risorse importanti per approntare il progetto. Lo ha fatto prima con Loiero e, successivamente, con Scopelliti, che ha assunto impegni precisi con la Sibaritide. Mi auguro che questi impegni siano ora rispettati. Dobbiamo finirla, una volta per tutte, con le logiche campanilistiche che fanno pendere la bilancia nella utilizzazione delle risorse finanziarie che sono nella disponibilità della Regione a seconda del certificato di nascita del presidente pro tempore. E’ arrivato il momento in cui bisogna parlare il linguaggio della concretezza e delle realizzazioni. Per quanto ci riguarda abbiamo fatto e faremo la nostra parte fino in fondo. Per questo motivo, nonostante i tagli che il ministro Tremonti ha inteso operare alle più generali politiche di investimento e, in particolare, agli enti locali, nel nostro Piano degli Investimenti abbiamo previsto la somma di 20 milioni di euro per la realizzazione dell’aeroporto di Sibari”.

“Con ciò – ha concluso il Presidente della Provincia – non vogliamo ipotecare il futuro, ma liberarlo da lacci e lacciuoli che condizionano la vita delle nostre popolazioni e dei nostri territori. Siamo dinanzi ad una scelta strategica irrinunciabile, condivisa e apprezzata da tutti. Ecco il motivo per cui, piuttosto che perdere ulteriore tempo e continuare a polemizzare, mi rivolgo a tutte le forze politiche, economiche e sociali e invito anche il Pdl ad aiutarmi a convincere la Regione a realizzare un obiettivo importante per questo territorio”.

“Su questa linea, che crediamo sia utile alla nostra terra – ha concluso Oliverio- non faremo un solo passo indietro e continueremo ad andare avanti con forza e determinazione”.