Quattro perquisizioni per traffico armi gestisto da cosche

Quattro perquisizioni disposte dalla Dda di Reggio Calabria, a carico di persone accusate di avere aiutato cosche della ‘ndrangheta ad acquistare armi all’estero, sono state eseguite dal personale della sezione criminalità organizzata della Questura di Bologna. Gli indagati sono calabresi trapiantati in Emilia. L’accusa sostiene che avrebbero contrattato, attraverso un intermediario in Svizzera, l’acquisto di una partita di armi in Nord Europa, da fare arrivare in Calabria.