Ritrovata la statua di San Francesco

statua_marina_sanfrancesco

Era in mare a duecentro metri dal luogo in cui era stata installata 4 anni fa.

E’ stata ritrovata ieri pomeriggio, intorno alle 14, la statua marina di San Francesco di Paola, in lega di bronzo, scomparsa nel nulla vrso la fine di dicembre del 2001.
La scultura, alta due metri e pesante 480 chili, realizzata dall’artista Zappino, è stata individuata nei fondali del mare di Paola a circa 33 metri di profondità e a 200 metri di distanza dal luogo dove, quattro anni addietro, era stata posizionata dagli esperti del Gruppo subacque paolano. Sono stati gli stessi sub paolani, guidati da Piero Greco, ad immergersi nei fondali e indivduare la scultura. Qualche istante prima infatti, una motovedetta della Capitaneria di Porto di Vibo Valentia, aveva notato una strana boa non identificata che galleggiava in mare. Di conseguenza, insospettiti, i militari hanno segnalato la circostanza ai sub di Piero Greco i quali, poco dopo, erano già sott’acqua per verificare la egnalazione. Da qui la sorpresa: lì sotto c’era la statua marina del Santo.
Attorno alla statua è stato trovato qualche residuo di rete, ma tutto sommato in buone condizioni. Purtroppo gli manca il braccio con cui reggeva il bastone, di cui al momento non si ha traccia. L’ipotesi più accreditata della rimozione a fine dicembre, da parte di un peschereccio che effettuava in maniera fraudolenta la pesca a strascito sottocosta, ha trovato ieri la conferma.
La statua di bronzo di San Francesco di Paola, patrono della gente di mare, era stata calata negli abissi del mar tirreno per guardare e proteggere i pescherecci e le flotte dei marinai.