SOROPTIMIST: Al via il nuovo anno sociale. Un programma ricco di impegni e cambio al vertice

club_soroptimist_lamezia_terme_400

Siamo tutti consapevoli della valenza sociale del Soroptimist – ha affermato nel suo discorso Giuseppina Mazzocca – e convinte che la ricchezza di ogni club si fonda sulla varietà delle professioni e delle competenze di noi socie che, animate dai sentimenti soroptimisti dell’amicizia, della solidarietà e della fiducia reciproca, ci impegniamo per lasciare, con le nostre azioni ed i nostri progetti, un segno tangibile nella realtà nella quale viviamo ed operiamo quotidianamente. Tanti i temi e le iniziative  che realizzeremo quest’anno nel nostro territorio, a partire dai progetti nelle scuole con l’obiettivo di contrastare ogni forma di violenza attraverso l’educazione di genere. Questo anche a seguito del protocollo d’intesa siglato tra il Miur e il Soroptimist International d’Italia, volto a “Promuovere l’avanzamento della condizione femminile e prevenire e contrastare la violenza e la discriminazione di genere mediante un corretto percorso formativo in ambito scolastico”. Protocollo che accredita ufficialmente il Soroptimist all’interno delle scuole”.
Tra i progetti in agenda, l’8 novembre, nell’ambito del progetto “Tre R: ridurre, riutilizzare, riciclare”, è in programma un convegno, in sinergia con l’Acu  Calabria, che tratterà il tema della “Lotta agli sprechi alimentari”. In quel contesto partirà una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini che vedrà il coinvolgimento delle scuole e dei Comuni. I risultati di tale iniziativa saranno il nostro contributo all’Expo 2015. Il 25 novembreo, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, sarà realizzata la manifestazione delle scarpette rosse grazie alla fattiva collaborazione dell’arch. Carlo Pontoriero. A dicembre verrà celebrato il Soroptmist Day in occasione della giornata dedicata ai diritti umani, mentre da  gennaio il club  sarà impegnato in una campagna di diffusione del progetto “Codice rosa”: il Codice Rosa identifica un percorso di accesso al Pronto soccorso per le vittime di violenza, donne, bambini, anziani.  Infine, il club si adopererà per una maggiore attenzione alla toponomastica femminile in città.
“Lavoreremo insieme per far crescere ulteriormente l’immagine del Soroptimist – ha aggiunto Mazzocca – la nostra visibilità nella società dipende dalla modalità e dalla concretezza nell’operare. Una concretezza che diventa possibile con il coinvolgimento di tutte le Istituzioni presenti sul territorio Procura, Prefettura, Asp, Scuole, Comuni, perché insieme a loro il nostro impegno si traduca in risultati reali e non mere dichiarazioni. Mi impegnerò a realizzare iniziative con gli altri club di servizio e le diverse associazioni per mettere le varie professionalità a disposizione della società”.