Sparatoria a Lamezia Terme. Un ferito grave. Ferito anche un bambino

Una sparatoria è avvenuta oggi pomeriggio, intorno alle ore 17.30, nel quartiere Capizzaglie di Lamezia Terme in prossimità di un palazzo confiscato alla famiglia mafiosa dei Torcasio. Nella sparatoria è rimasto ferito Pasquale Saladino, 58 anni, ai quali erano diretti i 9 colpi di pistola calibro 9, che si trovava nei pressi di un noto circolo ricreativo della zona.  Cinque dei nove colpi lo hanno raggiunto alle gambe. Saladino ha perso molto sangue e le sue condizioni sono apparse subito molto grav. E’ stato trasportato d’urgenza all’ospeale di Lamezia Terme “Giovanni Paolo II” dove probabilmente verrà sottoposto ad intervento chirurgico. Nella sparatoria è rimasto ferito ad un piede, colpito da uno dei colpi di pistola, anche un ragazzo di 14 anni che si trovava all’interno del locale per effettuare una scommessa. Il ragazzo è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale, ma le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione.

Sul luogo sono giunti i Carabinieri della compagnia di Lamezia Terme. Sono in corso gli accertamenti da parte dei militari per stabilire la dinamica dell’ennesimo episodio criminale che ha colpito la cittadina lametina. Riguardo il movente, al momento, i carabinieri non escludono alcuna ipotesi, ma si pensa ad una vendetta maturata, comunque, non in ambienti della criminalità, considerato che Saladino è incensurato e non risulta vicino ad ambienti di ‘ndrangheta. Pasquale Saladino lavora part-time presso il tribunale di Lamezia Terme.

La sparatoria era stata preceduta, intorno alle 16.30, da un atto intimidatorio nei confronti di una pizzeria situata circa 200 metri più sotto il circolo ricreativo e di una fiat 500 parcheggiata davanti al locale.

Non si sa, però, al momento, se i due fatti criminosi siano collegati tra di loro.