Trovato morto in Piemonte 50enne coinvolto nell’Operazione Reventinum

DOMODOSSOLA – Un uomo di 50 anni, Giuliano Roperti, è stato trovato morto ieri pomeriggio a Domodossola. A trovarlo in casa, privo di sensi, è stata la convivente che ha chiamato i soccorsi. I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. L’uomo, nel gennaio di quest’anno era stato arrestato, e successivamente scarcerato, nell’ambito dell’operazione ‘Reventinum’, condotta dalla Procura delle Repubblica di Catanzaro. Sulle cause della morte di Roperti i carabinieri di Domodossola mantengono la massima cautela e parlano di “probabile malore”.