La Cassa per il Mezzogiorno e la Banca Mondiale: un modello per lo sviluppo economico italiano di Amedeo Lepore. RUBBETTINO EDITORE

la_cassa_per_il_mezzogiorno_e_la_banca_mondiale_400

Introduzione di Giuseppe Di Taranto – Intervento di Riccardo Padovani – Postfazione di Paolo Savona

La ricerca condotta su documenti originali della Banca Mondiale, messi a disposizione degli studiosi di recente, affronta il tema dell’intervento straordinario in una prospettiva internazionale. Il filo conduttore del lavoro è una visione aggiornata dei problemi del Mezzogiorno e delle soluzioni proposte per la «questionemeridionale » negli anni successivi alla ricostruzione postbellica, dando luogo all’unico periodo di convergenza – in tutta la storia unitaria – del Sud con il Nord dell’Italia, durante la golden age. Nella fase iniziale, che apriva le porte al miracolo economico italiano, si verificò una singolare triangolazione di interessi tra il governo italiano, la Banca Mondiale e la Cassa per il Mezzogiorno, costruendo un modello inedito di sviluppo. Il sistema dei prestiti internazionali contribuì a realizzare un circuito virtuoso, con l’industrializzazione del Sud e la modernizzazione produttiva del Paese. Solo quando prevalse una pressione politica impropria, in seguito anche all’avvento delle Regioni, l’azione della Cassa per il Mezzogiorno mutò il suo carattere originario. Il volume contribuisce alla comprensione di questa fase decisiva della storia economica italiana e internazionale, non mancando di fornire elementi di notevole utilità per l’analisi delle vicende attuali del Mezzogiorno e dell’Italia.

Disponibile in libreria