Bce, via libera a Draghi. Attese le dimissioni di Bini Smaghi

La poltrona di presidente della Bce è ormai destinata all’attuale governatore della Banca d’Italia Mario Draghi. La Francia, non ha problemi ad appoggiare la candidatura dello stimato economista italiano, purchè si chiarisca il ruolo di Lorenzo Bini Smaghi. Nel resto dell’Europa non è ben vista la presenza di due italiani nel board della Bce.

Secondo indiscrezioni di stampa francese, l’economista attualmente nel direttivo della banca centrale starebbe per dimettersi dal suo incarico, e avrebbe posto il problema di dove finirà, ovvero se gli verranno affidati altri incarichi. Smaghi è nella lista dei candidati a sostituire lo stesso Draghi in Bankitalia.

Smaghi ha già incontrato il premier Berlusconi a Palazzo Chigi, ma nonostante la richiesta per il momento non si è ancora dimesso, per lasciar spazio ad un francese nel comitato esecutivo dopo le dimissioni del presidente Trichet.

Il segretario di Stato per il Commercio estero francese, Pierre Lellouche, ha detto: “A partire dal momento in cui Draghi sarà designato a capo della Bce la Francia potrà pretendere di avere un direttore in consiglio”. Fino ad oggi, ognuna delle prime 4 economie dell’Europa ha sempre avuto un suo rappresentante.