Il Belpaese scende alla 7° piazza per forza industriale. Frena la ripresa economica.

Roma – Il rapporto sugli scenari industriali del Centro Studi di ha rivelato che “la fase di recupero dopo la crisi economica in Italia ha frenato dopo il primo semestre 2010. La produzione industriale italiana – prosegue il comunicato – è quasi ferma ai livelli dell’estate 2010, con un +0,1% di media mensile da luglio 2010 a marzo 2011, e dista dal massimo precrisi (-26,1%) ancora molto, -17,5%”.

”Il Paese – conclude la nota – rimane ad alta vocazione industriale ma spicca per la flessione dell’attività registrata nell’ultimo triennio (-17% cumulato), doppia o tripla di quelle delle maggiori concorrenti (peggio ha fatto solo la Spagna)”.

“I nostri imprenditori – ha dichiarato il direttore del centro studi, Luca Paolazzi – devono essere tre volte più bravi degli altri per sopravvivere in un contesto competitivo così carente”.

Intanto, per forza industriale, l’ Italia è scesa dalla quinta alla settima posizione, superata da India e Corea del Sud, avendo perduto 1,1 punti di quota.