Gennaio 19, 2022

Lamezia in strada

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il petrolio del Texas è sceso dell’1,58% a $ 71,24

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 dicembre 2021 – 14:24

New York, 17 dicembre (EFE). – Il prezzo del Texas Intermediate Crude (WTI) ha aperto venerdì con una perdita dell’1,58% e ha raggiunto i 71,24 dollari al barile, risentendo dei timori per l’espansione variabile omicron del Corona virus.

Alle 9:15 ora locale (14:15 GMT) sul New York Mercantile Exchange (Nymex), i futures del greggio West Texas Intermediate per la consegna di gennaio stavano sfidando $ 1,14 rispetto alla chiusura precedente.

Le preoccupazioni per la continua espansione della variabile omicron e il suo potenziale impatto sulla domanda di carburante hanno nuovamente catturato il sentimento degli investitori dopo due giorni di ottimismo dovuti all’annuncio della Federal Reserve (Fed) statunitense lo scorso mercoledì e un nuovo calo delle scorte di petrolio.

La Federal Reserve ha annunciato mercoledì che accelererà la riduzione del programma di stimolo economico a causa del buon andamento dell’economia e il suo presidente, Jerome Powell, ha sottolineato che “l’economia è forte e non ha più bisogno di questo sostegno monetario”.

Inoltre, lo stesso giorno, anche l’Energy Information Administration (EIA) ha riferito mercoledì che le riserve di petrolio sono diminuite di 4,6 milioni di barili la scorsa settimana a 428,3 milioni di barili.

Tuttavia, le misure adottate da molti Paesi per cercare di contenere la nuova variabile hanno rafforzato i timori del mercato. EFE

jfu / vh

© EFE 2021. La ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA, è espressamente vietata.