Cariati, rischio incendi e norme di sicurezza sulla spiaggia: le ordinanze del Comune per la stagione turistica

CARIATI – Balneazione ed eliminazione delle sterpaglie: è su questi argomenti che si concentrano le due ordinanze del Comune di Cariati che mirano a rendere la città più sicura, più ordinata e capace di accogliere al meglio i turisti.

Alcune norme, quelle previste nei due documenti, che se seguite contribuiscono alla riduzione degli incendi estivi e alla buona convivenza sulle spiagge e al mare. «Cariati è di tutti, e sono certa che ognuno si impegnerà per prendersene cura. Anche i turisti, che tornano ogni anno e amano la nostra città», ha detto la sindaca Filomena Greco.

BALNEAZIONE. I diversi punti previsti dall’ordinanza sulla balneazione riguardano sia i bagnanti che gli stabilimenti. Tra le norme per la buona convivenza sulle spiagge e per lo svolgimento delle attività in piena sicurezza, ci sono quelle che prevedono i divieti di praticare giochi che possano arrecare danno o molestia alle altre persone, di gettare a mare rifiuti di qualsiasi genere o accendere fuochi, di introdurre e usare bombole di gas o altre sostanze infiammabili. E ancora, per quanto riguarda i lidi, si prevede ad esempio che ognuno debba dotarsi di materiale di primo soccorso e sistemi antincendio, oppure che siano garantiti gli accessi alle persone diversamente abili e con difficoltà motorie. Per chi contravviene, sono previste sanzioni.

ELIMINAZIONE DELLE STERPAGLIE E PULITURA DEI TERRENI. Nelle nostre zone, il rischio incendi d’estate è sempre alto. Per questo, l’amministrazione ha ritenuto opportuno scongiurare il pericolo con un’ordinanza che obbliga i proprietari di aree incolte o abbandonate, di lotti di terreno ubicati nel perimetro urbano, di villette, e così via, di ripulire da erbacce gli spazi indicati e di non abbandonare o depositare rifiuti pericolosi. A carico dei soggetti inadempienti, saranno applicate sanzioni diverse in base ai relativi procedimenti amministrativi avviati dalla polizia municipale.

L’ordinanza sull’eliminazione delle sterpaglie è stata realizzata in accordo anche con l’assessore al Decoro urbano Maria Elena Ciccopiedi, che ha fa un appello ai cittadini: «Abbelliamo insieme Cariati. Che non vuol dire solo decorarla coi fiori come abbiamo fatto con il concorso Balconi Fioriti, ma anche mantenere pulite le strade, i giardini privati e gli spazi in comune del vicinato».

«Vogliamo una città sicura, ma pure bella, ordinata, accogliente – ha detto infine la prima cittadina Filomena Greco – . Ed è responsabilità, e poi orgoglio, di tutti avere una città sempre migliore. Ringrazio fin da ora i miei concittadini e chi verrà a trovarci per l’attenzione che hanno e continueranno ad avere per Cariati».