Giovani Democratici Lamezia ricordano la “giornata della memoria 2014”

La storia parla chiaro, eppure ancora oggi sempre più persone negano che tutte quelle atrocità siano accadute realmente. Altrettante persone invece, si disinteressano totalmente a quella che viene considerata la più grave sospensione dei diritti democratici che avvenne in un paese occidentale. Il motivo che sta alla base di questi due comportamenti però é sempre lo stesso: non si puó vedere con gli occhi, se ad essere cieca é la mente. E cieca è la mente di coloro i quali rinnegano oggi la Shoah.
Non possiamo permettere tutto questo. Non possiamo lasciar morire due volte, chi venne perseguitato  ingiustamente già una prima. Non possiamo non indignarci verso quegli pseudo-uomini che ancora oggi praticano la xenofobia. Il 1945 è più vicino a noi di quanto possiamo immaginare, e basta guardarsi attorno per rendersene conto. Non è il momento di abbassare la guardia verso queste manifestazioni di razzismo, perché si fa sempre più sottile la linea che divide l’intolleranza, dalla volontà di mettere in atto un’altra persecuzione. Giovani Democratici Lamezia Terme