Il sindaco Speranza sulla vicenda dei tagli alle terapie riabilitative delle persone disabili operate dall’Asp

Il sindaco di Lamezia Terme, Gianni Speranza, insieme all’assessore alle Politiche sociali, Rosario Piccioni, ha incontrato, davanti alla sede di Lamezia dell’azienda sanitaria provinciale, i familiari delle persone disabili, don Giacomo Panizza della Comunità “Progetto Sud”, e la presidente della Fish (Federazione italiana per il superamento dell’handicap) Calabria, Nunzia Coppedè, che questa mattina hanno protestato per i tagli alle terapie riabilitative delle persone disabili operate dall’Asp.

Il sindaco si è detto angosciato per quanto sta accadendo ed è intervenuto immediatamente nei confronti dei vertici dell’Asp per sollecitare un incontro e una soluzione positiva della vicenda.

Nel solidarizzare con le famiglie che vedono così drammaticamente aggravare la situazione dei propri cari e si sentono all’improvviso abbandonate a se stesse, il sindaco si è detto preoccupato che i tagli di questi mesi possano essere l’anticipazione di tagli ancora più gravi e consistenti per il prossimo anno.

Non si possono – ha sottolineato – negare cure essenziali a chi dipende da esse e mi auguro che presto possano essere ripristinate le terapie cancellate per il 2011 e possa essere definita positivamente la programmazione per il prossimo anno”.